Carta identità elettronica anche per gli iscritti AIRE

0
195

“La versione cartacea della carta di identità non è più adatta ai tempi moderni. Meno che meno lo è per cittadini che vivono all’estero e si spostano con grande frequenza tra un paese e l’altro.

È ora che si rilasci la carta di identità elettronica anche agli italiani residenti all’estero. A partire dai Paesi nei quali la presenza dei connazionali è più numerosa”. È l’obiettivo dell’interrogazione a risposta scritta che la scorsa settimana la senatrice PD Laura Garavini, eletta in Europa, ha presentato ai Ministri degli Esteri e dell’Interno, Moavero e Salvini.

“In Italia la carta di identità cartacea sta finalmente venendo sostituita da quella elettronica”, osserva oggi Garavini, che ricorda: “è il frutto delle riforme messe in atto dai Governi Renzi e Gentiloni, che hanno fortemente voluto la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione. Una riforma intenzionata a introdurre anche all’estero il sistema digitale.

Ecco che diventa utile e necessario potere ottenere la carta di identità elettronica anche all’estero, così da garantire più facilmente l’accesso ai servizi e maggiori standard di sicurezza”. Senza considerare – conclude – che in alcuni paesi, come la Germania, il possesso di un documento elettronico è condizione indispensabile per accedere ad alcuni servizi del sistema bancario come, ad esempio, la concessione dell’ordinario credito al consumo”. (aise) 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

2 + 5 =