INPS informa

0
585
patronato-ital

patronato-italCari Amici e Lettori, dedicheremo una piccola sezione della nostra rivista alle comunicazioni dell’Ente previdenziale INPS, dedicate a coloro che – italiani e non – vivono all’estero e percepiscono una pensione INPS.

 L’intenzione in questa nostra iniziativa é di aiutare, consigliare, fornire consulenza su tutte le questioni di tipo previdenziale relazionate con l’Italia.

Le informazioni ci vengono fornite dal Patronato ITAL con sede a Barcellona ma presente a Tenerife una volta al mese. Per qualsiasi dubbio o informazione potete contattare il Patronato al numero: 93.304.6885 o per mail: ital.barcellona@gmail.com 

ital-logo-picc

ISTITUTO DI TUTELA E ASSISTENZA AI LAVORATORI

(Instituto de Tutela y Asistencia a los Trabajadores ) Rambla Santa Mónica 10 – 08002 Barcelona Tel. +34.93.304.6885 +34.633.260709 Fax +34. 933967319 mail: ital.barcellona@gmail.com

 

 

 

 

 

Applicazione delle detrazioni per carichi di famiglia a soggetti residenti all’estero prorogata all’anno 2013.

La legge n.228 del 2012, (c.d Legge di stabilita), ha esteso all’anno 2013 il diritto per i residenti all’estero a richiedere le detrazioni per carichi familiari, a condizione che:

1) gli stessi dimostrino, con idonea documentazione, che le persone alle quali tali detrazioni si riferiscono non possiedano un reddito complessivo superiore, al lordo degli oneri deducibili, al limite di euro 2.840,51.

2) di non godere, nel paese di residenza, di alcun beneficio fiscale connesso ai carichi familiari. A decorrere dal 1° gennaio 2013, la detrazione è pari rispettivamente a 950 euro per ciascun figlio, compresi i figli naturali riconosciuti, i figli adottivi o affidati ed a 1.220 euro per ciascun figlio di età inferiore a tre anni.

Le predette detrazioni sono aumentate di un importo pari a 400 euro per ogni figlio portatore di handicap. Non è più obbligatorio presentare annualmente la richiesta delle detrazioni per carichi di famiglia e la domanda deve essere rinnovata solo qualora intervenga una variazione nel carico familiare.

I modelli di domanda (mod. CI 501) sono in corso di pubblicazione nella versione aggiornata nella sezione Moduli, alla voce Convenzioni Internazionali, del sito Inps.

Elettra Cappon – Responsabile ITAL Spagna – ital.barcellona@gmail.com

Citi Bank ed Esistenza in Vita

Ricordiamo ai pensionati INPS che il 2 di aprile 2013 scade il termine per inviare alla CITI Bank il certificato di esistenza in vita.

Tutti i cittadini che possiedono una pensione Inps sono obbligati a spedire a Londra il modulo giallo di esistenza in vita, rigorosamente firmato e timbrato da una delle seguenti autoritá: Consolato; registro civile del comune di appartenenza; giudice di pace; notaio.

Per chi avesse difficoltà a raggiungere la sede consolare o nel farsi certificare il “foglio giallo” dal comune, puó richiedere un certificato di Fe de vida emesso dall’Ayuntamiento stesso, sempre e quando alleghi il modulo giallo con Nome, cognome, data e firma.

É obbligatorio aggiungere un documento di identità. Ricordiamo inoltre che tutti coloro che sono impossibilitati a muoversi (residenti in un ospizio, malati, ricoverati, eccetera) devono richiedere alla CITI l’apposito modulo verde alternativo, che dovrá essere firmato dall’autoritá competente (Medico, direttore dell’ospizio, assistente sociale, eccetera).

Coloro che non hanno ricevuto il bustone nel mese di novembre 2012, devono immediatamente richiederlo alla Citi Bank chiamando al numero 900814182. Ricordiamo infine che coloro che hanno giá inviato il modulo di esistenza in vita non lo devono rispedire nonostante l’arrivo di un sollecito da parte della CITI, come viene anche evidenziato nella lettera di sollecito.

Elettra Cappon – Responsabile ITAL Spagna ital.barcellona@gmail.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

5 + 2 =