ViviLeCanarie utilizza i cookies per essere sicura che tu possa avere la migliore esperienza su questo sito. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.

Ricorso - IMU -

 Molti pensionati e addirittura patronati sono convinti che sia sufficiente essere pensionati, risiedere all'estero, avere un'unica casa in Italia non affittata, per non pagare alcun balzello. NON È COSI'!! La legge sopra citata, all’ ART. 9bis, stabilisce che:
A partire dall'anno 2015 è considerata direttamente adibita ad abitazione principale una ed una sola unità immobiliare posseduta dai cittadini italiani NON RESIDENTI nel territorio italiano ed iscritti all'Anagrafe degli italiani residenti all'estero (AIRE), già pensionati nei rispettivi Paesi di residenza, a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia, a condizione che non risulti locata o data in comodato d'uso."
2. Sull’unità immobiliare di cui al comma 1, le imposte comunali TARI e TASI sono applicate, per ciascun anno, in misura ridotta di due terzi.
COSA SIGNIFICA?
Che dal 2015, per gli iscritti AIRE, l'immobile posseduto in Italia si può considerare ABITAZIONE PRINCIPALE (e quindi esente IMU) SOLO se si è pensionati nello Stato estero di residenza E CON PENSIONE RILASCIATA DALLO STESSO STATO ESTERO. 
Quindi, ad esempio, un pensionato italiano, sia Inps che Ex Inpdap, che si trasferisce alle Canarie e possiede UNA casa in Italia, paga IMU come se fosse SECONDA CASA A MENO CHE PERCEPISCA ANCHE (o solo) una pensione spagnola! Stiamo parlando di cifre che facilmente superano i 1000 / 1500 euro l’anno.
 Ora, diciamoci subito che vincere questa battaglia sarà tutt’altro che semplice, tuttavia esistono delle strade percorribili che, a nostro giudizio e dei consulenti legali che ci accompagnano, vale la pena di seguire.
Chiariamo anche che i costi possono essere molto modesti ed anche i tempi non significativamente lunghi. Dobbiamo però essere in molti, con volontà chiara di non sottostare ad un sopruso, e con la convinzione che proprio noi, pensionati che hanno scelto di mettere in gioco la propria vita, abbiamo ancora la forza, il coraggio e la determinazione di ribellarci ad un palese ed ingiustificato atto vessatorio.
Si aprono due strade, possiamo farne una sola o entrambe: giustizia tributaria e giustizia amministrativa.
1) TRIBUTARIA
Il ricorso va presentato alla commissione tributaria provinciale dove ha sede l'immobile.
Ora, il ricorso può essere fatto in forma individuale, oppure cumulativo, ovviamente solo per proprietari AIRE di case situate in località che fanno capo alla medesima commissione tributaria provinciale. In tal caso, si sommano gli importi degli IMU di tutti i ricorrenti e il contributo unificato dipenderà da questa cifra.
Nel ricorso, si chiederà di interessare la Corte Costituzionale, ma in genere i "tributari" sono restii a farlo e spesso nemmeno conoscono la preceduta. Comunque, in più province si fa, più ci sono possibilità che almeno una commissione tributaria interessi la corte suprema.
2) AMMINISTRATIVA
Il ricorso al TAR, ammesso SOLO se aggiungiamo alla mera questione di tasse qualcosa di "legale", e nel nostro caso si può riscontrare la "disparità di trattamento" tra pensionati che hanno esenzione (italiani residenti estero con pensione dello stato estero) e chi no. 
I Tar sono più propensi ad adire alla corte suprema.
CONCLUSIONI
 L' Associazione Pensionati Italiani e Connazionali all'Estero ( APICE) nella Persona del suo Presidente Giuseppe BUCCERI , del Presidente Onorario Ing. Eugenio Parise e del Dr. Davide Dall'Agata,  in collaborazione con lo Studio Legale Michela Scafetta di Roma , ha deciso di iniziare le procedure che ci porteranno alla presentazione di uno o più RICORSI avversi alla Legge 23.05.2014 n* 80, pubblicata sulla G.U. il 28.05.2014.
 Questa proposta è indirizzata a tutti coloro che, residenti AIRE, sono proprietari in Italia di una sola abitazione non locata o data in comodato d’uso.
Vi preghiamo quindi di riflettere su quanto comunicato.

A brevissimo inseriremo un piccolo e semplice sondaggio al quale aderire solo se interessati.
Chi interessato scriva una email a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo." target="_blank">

Commenti  

+1 #1 Giuseppe B 2017-09-13 01:45
Grazie per aver sposato ( con la pubblicazione ) una altra nostra battaglia
Giuseppe BUCCERI
Presidente A.P.I.C.E.
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Booking.com

Caffè Borbone casainfocanarie Sci Gratiscanarieitalia

Grande potenzialità comunicativa - Un mezzo di comunicazione che si rivolge in maniera diretta, ad un target di clientela ben definito.

I messaggi pubblicitari, diversi per tematiche e formati, si prestano alla propria personalizzazione.

Vengono sfogliati più volte durante la settimana o il mese, addirittura conservati per mesi o anni.

Copyright © 2010 - 2017 All rights reserved.
Powered by fabio cappiello
WebMastering by Hormiae Web y Graficos

 

Per informazioni su come pianificare la tua campagna pubblicitaria in ViviTenerife e ViviGrancanaria:

Punti di Distribuzione

+34 618 865 896

+34 626 646 881

Antoninag31

info@vivilecanarie.com

VIVI TENERIFE
VIVI GRANCANARIA