ViviLeCanarie utilizza i cookies per essere sicura che tu possa avere la migliore esperienza su questo sito. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.

Criteri per ottenere finanziamenti alle Canarie

Sui criteri di valutazione delle banche al momento di erogare un finanziamento sono stati scritti fiumi di parole. Vale comunque la pena fare un ripasso visto che, anche se siamo sotto l’ombrello delle direttive UE /BCE, ogni paese ha le sue particolarità. In termini generali, il settore bancario spagnolo si è mosso negli ultimi 30 anni secondo le raccomandazioni emesse dal comitato di supervisione di Basilea che ha promosso i vari accordi I, II e III, ma in che senso sono così importanti per i clienti finali? Senza entrare troppo nel dettaglio diremo che la tensione vissuta dal settore bancario, prima con la crisi subprime del 2008 e successivamente con le varie crisi bancarie nazionali in Europa, ha inasprito notevolmente i criteri di vigilanza, controllo e concessione dei finanziamenti perché la qualità delle operazioni si ripercuote direttamente sul bilancio della banca.

La prima riflessione é l’importanza della capacità di ripago versus garanzie collaterali.

Chiariamoci: quando pensiamo di chiedere un finanziamento, sia esso piccolo o grande, la prima cosa che controllerà la banca é la nostra capacità di generare entrate/flussi positivi di denaro, stabilmente nel tempo, con i quali ripagare il debito. Certamente importanti sono il patrimonio e le garanzie collaterali che può offrire il cliente ma non sono comunque al primo posto perché gli istituti di credito non desiderano fare collezione di garanzie, desiderano che i finanziamenti vengano ripagati correttamente. Bisogna quindi partire da un’analisi delle entrate e della loro consistenza nel tempo. Questo approccio può valere basicamente sia per un piccolo credito personale che per un mutuo casa o un finanziamento d’azienda, adattandolo un po’.

Per i mutui alcuni istituti eroganti usano un primo filtro con il sistema 80-30-400-65.

Non si può finanziare più dell’80% del valore di CV dell’immobile (se prima abitazione) la somma delle quote mensili dei finanziamenti del cliente non deve essere superiore al 30% delle entrate nette mensili e l’indebitamento totale del cliente non dovrebbe superare il reddito lordo annuale moltiplicato per 4   (400%) l’etá max 65 anni. Un cliente che superi questo criterio ha già delle buone possibilità di ottenere un finanziamento. Il calcolo per i non residenti va adattato perché normalmente non si finanzia più del 65/70% del valore dell’ immobile.

Logicamente poi influiscono altri fattori tra i quali: regolarità nel tempo delle entrate, track record del cliente come buon pagatore, trasparenza delle dichiarazioni fiscali, età, grado di liquidità delle garanzie, capitale personale investito nell’operazione. Sulla trasparenza della documentazione fiscale richiesta, vorrei dire che è veramente importante documentare bene la situazione patrimoniale del cliente, perché aiuta a costruire un’immagine corretta che a volte nemmeno il proprio richiedente ha del tutto chiara. Sopratutto per i non residenti o i residenti da poco la completezza delle informazioni assume un valore speciale.

Per quanto riguarda i finanziamenti di progetti imprenditoriali, il modello indicato non é adatto perché si devono tenere in conto altre variabili più complesse, può però servire in una fase iniziale, come base per misurare la capacità di indebitamento dell’imprenditore ante - progetto. Anche perché a volte é preferibile ricevere una risposta negativa se ben motivata piuttosto che imbarcarsi in un’operazione impossibile… ci dà la possibilità di riflettere, rifare i numeri e riorientarci verso una operazione più corretta ed equilibrata. 

Per concludere ricordo che ovviamente ogni operazione è unica e peculiare per cui possiamo solo limitarci a dare delle linee guida basate sul buon senso e l’esperienza.

Dr. Corrado Condemi

Ag. Bankinter - Tenerife - Canarie

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

CONOSCIAMOLI MEGLIO: Corrado Condemi, agente bancario a Tenerife http://www.vivilecanarie.com/it/tenerife/vivi-tenerife/tenerife/professionalita-italiana/conosciamoli-meglio-corrado-condemi-agente-bancario-a-tenerife-3640

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Booking.com

Caffè Borbone casainfocanarie Sci Gratiscanarieitalia

Grande potenzialità comunicativa - Un mezzo di comunicazione che si rivolge in maniera diretta, ad un target di clientela ben definito.

I messaggi pubblicitari, diversi per tematiche e formati, si prestano alla propria personalizzazione.

Vengono sfogliati più volte durante la settimana o il mese, addirittura conservati per mesi o anni.

Copyright © 2010 - 2017 All rights reserved.
Powered by fabio cappiello
WebMastering by Hormiae Web y Graficos

 

Per informazioni su come pianificare la tua campagna pubblicitaria in ViviTenerife e ViviGrancanaria:

Punti di Distribuzione

+34 618 865 896

+34 626 646 881

Antoninag31

info@vivilecanarie.com

VIVI TENERIFE
VIVI GRANCANARIA