ViviLeCanarie utilizza i cookies per essere sicura che tu possa avere la migliore esperienza su questo sito. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.

Il Governo renderà noto il numero di discariche presenti alle Canarie

L’ente Protección de la Naturaleza ha ammesso che i processi di depurazione come anche lo svuotamento delle piscine finiscono in mare. Il Governo delle Canarie sta lavorando al censimento degli scarichi in mare, che verrà reso noto tra ottobre e novembre. L’ultimo risale al 2007. La direttrice generale dell’ente, Jesús María Armas, ha informato durante una conferenza stampa sullo stato attuale degli interventi fatti e di quelli previsti, soprattutto dopo l’apparizione di microalghe sul litorale e degli scarichi residuali sulla costa. La direttrice ha confermato che alle Canarie, con 1.500 kilometri di coste, tutti i processi di depurazione, dissalazione, industriali e svuotamento delle piscine avviene in mare.

Attualmente sono al vaglio 91 pratiche di autorizzazione allo scarico, di cui 31 in attesa dell’autorizzazione da parte della Dirección General de Costas. Della totalità delle pratiche due sono in fase di pubblicazione con un iter di sei mesi, e corrispondono ad autorizzazioni richieste nella provincia di Santa Cruz de Tenerife. Altre tredici si trovano in diverse fasi dell’iter procedurale presso il Vice-Assessorato all’Ambiente; altre 45 sono state contestate ai richiedenti, perché carenti di alcuni e/o diversi requisiti. Durante la stessa conferenza stampa il direttore generale della Salud Pública, Juan José Alemán, ha sottolineato che la qualità delle acque canarie è eccellente e che da oltre 30 anni questo organismo si occupa del controllo sanitario della qualità delle acque balneari con criteri riconosciuti dall’Organizzazione Mondiale delle Sanità e dalle normative europee e spagnole.

Alle Canarie esiste un censimento di 175 spiagge con 217 punti di campionamento sottoposti a regolari controlli e analisi per esempio degli indicatori da contaminazione fecale escherichia coli e enterococco intestinale. Queste aree balneari sono sottoposte a controlli di campionamento programmati, con frequenza quindicinale o mensile, a seconda dell’epoca dell’anno, dell’occupazione o dei rischi che possano riscontrarsi.

Il risultato dei controlli e delle analisi viene notificato al Ministero della Salute, attraverso un Sistema di Informazione Sanitaria delle acque blaneari di Náyade, che dispone di un accesso diretto per i cittadini che possono consultare le informazioni necessarie. Dall’ultima relazione fornita le acque canarie risultano “eccellenti” nel 98,2% delle spiagge analizzate e “buone” nel restante 0,9%.

La stessa Commissione Europea ha confermato che le acque balneari canarie rispettano i massimi standard previsti dalle direttive europee.

Liberamente tradotto da canariasenhora.com

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Vivitenerife e ViviGranCanaria... periodici unici nel loro genere
Nascono a Tenerife e Gran Canaria, nell'Arcipelago delle Canarie, per fornire notizie, aggiornamenti e news che possono interessare la comunità italiana che risiede nelle isole Canarie.

Una comunità in continua crescita, che necessita di informazioni aggiornate e dettagliate. I nostri periodici si propongono in modo innovativo, rappresentando in pieno la realtà multiculturale e multilingue di Tenerife e Gran Canaria.

É per questo che le testate si pubblicano in due lingue, per non dimenticare la nostra identità da un lato, e per stimolare dall'altro l'inserimento nel tessuto sociale delle isole.
Il nostro vuol essere un approccio moderno verso la realtà di Tenerife e Gran Canaria in particolare, e più in generale delle Canarie.

Un approccio che passa necessariamente per la ricerca di notizie, e più in generale di news, che tengano conto di tutti quei fattori che creano una società che vive una evoluzione estremamente veloce come la nostra.

Vogliamo capire più profondamente la realtà delle isole che abbiamo scelto per vivere, o passarci buona parte dell'anno, e per fare questo crediamo sia inevitabile proporre approfondimenti storici che riguardano le isole e che in qualche modo vedono presente un importante contributo degli italiani nello scorrere dei secoli.
Una decisione editoriale alla quale teniamo molto, perchè deve donarci gli strumenti necessari per una moderna e consapevole integrazione della nostra comunità.

Naturalmente non ci dimentichiamo il presente che ci circonda.

Ci avvaliamo della consulenza di professionisti che ci forniscono regolarmente notizie sugli aspetti della vita sociale ed economica di Tenerife e Gran Canaria, che possono risultare utili per il disbrigo delle nostre pratiche.

Aggiornamenti e news dell'ultimo minuto su documentazioni inerenti la residenza, consulenze con i patronati, pratiche per il pensionamento, necessari per stabilirsi a lungo termine alle Canarie.

Tutto questo accompagnato da articoli che spaziano a 360 gradi sulla vita delle isole, e che si propongono di rendere il soggiorno degli italiani alle Canarie, non solo più piacevole, ma anche e soprattutto consapevole.
Booking.com

Caffè Borbone casaJackyinfocanarie montagnagratiscanarieitalia

Grande potenzialità comunicativa - Un mezzo di comunicazione che si rivolge in maniera diretta, ad un target di clientela ben definito.

I messaggi pubblicitari, diversi per tematiche e formati, si prestano alla propria personalizzazione.

Vengono sfogliati più volte durante la settimana o il mese, addirittura conservati per mesi o anni.

Copyright © 2010 - 2017 All rights reserved.
Powered by fabio cappiello
WebMastering by Hormiae Web y Graficos

 

Per informazioni su come pianificare la tua campagna pubblicitaria in ViviTenerife e ViviGrancanaria:

Punti di Distribuzione

+34 618 865 896

+34 626 646 881

Antoninag31

info@vivilecanarie.com

VIVI TENERIFE
VIVI GRANCANARIA