ViviLeCanarie utilizza i cookies per essere sicura che tu possa avere la migliore esperienza su questo sito. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.

Melanoma, nella memoria della pelle. Canarie, l'indice più alto di Spagna

Si stima che ogni anno siano diagnosticati 198 nuovi casi di questo tumore nelle Canarie, l'indice più alto di Spagna.

La cura della pelle dovrebbe essere un vero e proprio dovere per ciascuno poiché i maltrattamenti a cui la sottoponiamo si sommano negli anni fino a causare, nella migliore delle ipotesi, l'insorgenza del melanoma. "Hai solo una pelle. Proteggila dai danni del sole" è lo slogan della nuova campagna europea per la prevenzione del tumore alla pelle alla quale partecipano 34 Paesi. Dal 1960 l'OMS, attraverso lo IARC (Agenzia Internazionale di Ricerca sul Cancro) ha osservato un incremento del melanoma fra il 3 e il 7%: ogni anno per questo tipo di tumore muoiono 22.000 europei.

In Spagna si parla di 4.000 nuovi casi all'anno su una popolazione di 45 milioni di persone, ma il record negativo spetta alle Canarie, con 198 nuovi casi all'anno su una popolazione di 2,1 milioni di abitanti (solo considerando le diagnosi effettuate nell'ambito del Servizio Pubblico).

Ma cos'è realmente il melanoma? È il più maligno fra i tumori della pelle, che a loro volta sono i più frequenti nell'uomo e aumentano a mano a mano che la popolazione invecchia. Per le Canarie i dati non sono molto incoraggianti: si stima che nel futuro un canario su tre sarà colpito dal cancro alla pelle nel corso della sua vita. Secondo il dottor Jesús Domínguez Silva, uno dei responsabili della Campagna Euromelanoma per le Canarie, "esiste un'evidenza che il rischio di sviluppare un cancro alla pelle è maggiore se l'esposizione inappropriata o eccessiva ai raggi del sole si unisce ad altri fattori quali, fra gli altri, la predisposizione genetica, il fototipo cutaneo basso, la sensibilità al sole".

Il problema è che i danni provocati dal sole alla nostra pelle si accumulano ed hanno un effetto duraturo perché "la pelle perdona ma non dimentica", continua il dottor Silva. Infatti il cancro alla pelle ha un'incidenza maggiore dopo i 50 anni, anche se a causa delle cattive abitudini sono in aumento i casi in persone assai più giovani. Un buon uso delle creme solari ad alto fattore protettivo è "fondamentale" e non solo per le pelli molto chiare; occorre cominciare le esposizioni con un fattore superiore al 50 e non scendere al di sotto del 30 con il passare dei giorni, ripetere l'applicazione più volte durante il giorno e sempre dopo ogni bagno.

"L'abbronzatura dura poco, mentre la tua pelle è per sempre", ammonisce il dottor Silva. Le buone abitudini, anche nel caso di una sana abbronzatura, cominciano da bambini: è quindi compito della famiglia preoccuparsi di trasmettere comportamenti salutari perché - conclude - "godersi il sole oggi non debba costare molto caro domani".

Tradotto dalla redazione.

Tratto da canariasenhora.com Adrián Jerez

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Vivitenerife e ViviGranCanaria... periodici unici nel loro genere
Nascono a Tenerife e Gran Canaria, nell'Arcipelago delle Canarie, per fornire notizie, aggiornamenti e news che possono interessare la comunità italiana che risiede nelle isole Canarie.

Una comunità in continua crescita, che necessita di informazioni aggiornate e dettagliate. I nostri periodici si propongono in modo innovativo, rappresentando in pieno la realtà multiculturale e multilingue di Tenerife e Gran Canaria.

É per questo che le testate si pubblicano in due lingue, per non dimenticare la nostra identità da un lato, e per stimolare dall'altro l'inserimento nel tessuto sociale delle isole.
Il nostro vuol essere un approccio moderno verso la realtà di Tenerife e Gran Canaria in particolare, e più in generale delle Canarie.

Un approccio che passa necessariamente per la ricerca di notizie, e più in generale di news, che tengano conto di tutti quei fattori che creano una società che vive una evoluzione estremamente veloce come la nostra.

Vogliamo capire più profondamente la realtà delle isole che abbiamo scelto per vivere, o passarci buona parte dell'anno, e per fare questo crediamo sia inevitabile proporre approfondimenti storici che riguardano le isole e che in qualche modo vedono presente un importante contributo degli italiani nello scorrere dei secoli.
Una decisione editoriale alla quale teniamo molto, perchè deve donarci gli strumenti necessari per una moderna e consapevole integrazione della nostra comunità.

Naturalmente non ci dimentichiamo il presente che ci circonda.

Ci avvaliamo della consulenza di professionisti che ci forniscono regolarmente notizie sugli aspetti della vita sociale ed economica di Tenerife e Gran Canaria, che possono risultare utili per il disbrigo delle nostre pratiche.

Aggiornamenti e news dell'ultimo minuto su documentazioni inerenti la residenza, consulenze con i patronati, pratiche per il pensionamento, necessari per stabilirsi a lungo termine alle Canarie.

Tutto questo accompagnato da articoli che spaziano a 360 gradi sulla vita delle isole, e che si propongono di rendere il soggiorno degli italiani alle Canarie, non solo più piacevole, ma anche e soprattutto consapevole.
Booking.com

Caffè Borbone casaJackyinfocanarie montagnagratiscanarieitalia

Grande potenzialità comunicativa - Un mezzo di comunicazione che si rivolge in maniera diretta, ad un target di clientela ben definito.

I messaggi pubblicitari, diversi per tematiche e formati, si prestano alla propria personalizzazione.

Vengono sfogliati più volte durante la settimana o il mese, addirittura conservati per mesi o anni.

Copyright © 2010 - 2017 All rights reserved.
Powered by fabio cappiello
WebMastering by Hormiae Web y Graficos

 

Per informazioni su come pianificare la tua campagna pubblicitaria in ViviTenerife e ViviGrancanaria:

Punti di Distribuzione

+34 618 865 896

+34 626 646 881

Antoninag31

info@vivilecanarie.com

VIVI TENERIFE
VIVI GRANCANARIA