3 Agosto “Il Laboratorio della Memoria Collettiva” per Italiani a Tenerife

0
168

3 Agosto “Il Laboratorio della Memoria Collettiva” per Italiani a Tenerife

Ultimi giorni per iscriversi al primo Laboratorio della Memoria Collettiva per Italiani a Tenerife, che inizierà sabato 3 Agosto ad Adeje. La Storia del nostro Paese d’origine nei nostri ricordi, a partire dal “Boom Economico”! Filmati, immagini, musica, avvenimenti di cronaca, personaggi indimenticabili e meno noti, ma di grande importanza per quello che fu il futuro dell’Italia. Un Laboratorio di grande interesse anche per le generazioni che ancora non c’erano, perché la Coscienza di un popolo si basa sulla Conoscenza del suo passato. Un aperitivo insieme, il sabato dalle 18.00 alle 20.00 per arrivare a descrivere un’epoca con lo sguardo della gente comune. E a raccontarla scrivendola insieme. Vi aspettiamo! 
Per info e adesioni scrivere a edizionivdp@gmail.com

Si era tenuta in Adeje, lo scorso 20 Luglio, la presentazione de “Il Laboratorio della Memoria Collettiva” per Italiani a Tenerife. I partecipanti hanno seguito con grande attenzione e immediata partecipazione i filmati e le canzoni proposte da “Vulcano di parole”, la casa editrice italiana all’isola che intende fare del progetto un modulo culturale, ma al contempo aggregativo e creativo, attraverso un percorso di ricordi comuni e personali riguardanti – in questa prima edizione – gli Anni Sessanta e Settanta in Italia.

I partecipanti, attentissimi e subito coinvolti intorno a un grande tavolo del “Cafè del Sol” di Adeje – chiuso al pubblico durante il Laboratorio, che avrà cadenza settimanale e si terrà ogni Sabato, dalle ore 18,00 alle ore 20,00 – si sono scambiati ricordi e impressioni, considerazioni sulla musica leggera (che cominciava a proporre temi sino ad allora mai toccati, accompagnando il cambiamento degli Italiani), sulla vita negli anni del “Boom economico”: un periodo di rinascita e di fortissima crescita, purtroppo assai più breve di quanto si pensi, visto che iniziò nel 1957 e si chiuse nel 1963.

Già in quegli anni, comunque, si rendevano gradualmente visibili i primi segnali di fragilità di un’epoca forse irripetibile.
«La percezione collettiva degli Italiani circa una simile, miracolosa crescita, non era affatto omogenea” dice Cinzia Panzettini, alla conduzione del Laboratorio.

«L’Italia era divisa in aree di benessere, di medio benessere e in contesti poveri o estremamente poveri. Si abbandonavano le campagne, si desertificavano intere aree del Paese nelle quali rimanevano quasi solo anziani e la Rai mandava in onda ogni pomeriggio una nota trasmissione per portare la piaga dell’analfabetismo – ancora molto grave – entro limiti degni di un Paese che polverizzava economicamente record su record.

L’immigrazione al nord riguardava una parte importante della popolazione del sud che dovette arrangiarsi in situazioni di disagio inimmaginabili in un Paese in cui la Lira era la moneta più stabile del mondo. L’Italia visse quegli anni in modo diverso, quasi da regione a regione, e quindi tra i partecipanti al Laboratorio la provenienza regionale è un dato importantissimo, perché ognuno potrà raccontare la propria diversa realtà di allora e fare del nostro lavoro insieme uno spaccato storico veramente ampio.

Racconteremo non solo l’Italia dei grandi titoli sui giornali, ma l’Italia della gente comune”.Tutti i partecipanti alla presentazione del Laboratorio hanno deciso di farne parte e Sabato 3 agosto prossimo ci sarà il primo incontro. Il percorso produrrà un testo partecipato e una serie di racconti.

A questa bella iniziativa per la nostra comunità un grande in bocca al lupo dalla Redazione di ViviTenerife che avrà il piacere di accompagnare il percorso dei pionieri di questo magnifico viaggio nella memoria!

Cinzia Panzettini

Per info e adesioni scrivere a edizionivdp@gmail.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

35 − 30 =