Addio alla truffa della massa madre per pane norma, pubblicata nel BOE

0
305

Addio alla truffa della massa madre per pane norma, pubblicata nel Boletín Oficial del Estado (BOE)

Farina, acqua e sale. Con questi tre ingredienti si è fatto il pane durante millenni. Forse non esiste una ricetta altrettanto buona e semplice. Ma basta dare un’occhiata alle etichette del pane nei supermercati per renderci conto che quello che consumiamo oggi è molto di più di quanto contenuto nella ricetta originale.

Lieviti chimici, conservanti, grassi, uova, spezie, condimenti: la lista degli ingredienti è così lunga ed il prodotto finale così alterato che il Governo ha dovuto emettere nuove direttive per metter fine alla cosiddetta “guerra del pane”.

La nuova norma, pubblicata nel Boletín Oficial del Estado (BOE), definisce questioni apparentemente semplici come la definizione di quello che si considera pane o che requisiti deve avere il prodotto per essere commercializzato come integrale, artigianale, a legna o massa madre. Con queste misure, il Ministero dell’Agricoltura vuole eliminare un vuoto legale che alimentava un conflitto tra panificatori artigianali e industriali.

E, soprattutto, vuole porre fine alla truffa che subiscono i consumatori quando comprano prodotti artigianali e naturali solo in apparenza. Il nodo di questo conflitto sta nella massa madre, il fermento naturale che consente di ridurre o sostituire il lievito da panetteria. I pani con questa elaborazione sono diventati oggetto di desiderio, non solo per moda, ma anche perché gli si attribuiscono virtù nutrizionali che facilitano la digestione.

La massa madre favorisce una fermentazione prolungata della massa, conferisce un sapore più speciale e consente un assorbimento lento dei carboidrati.

Ma l’industria ha anche utilizzato a volte scorciatoie per ottenere l’etichettatura relativa alla massa madre o alla lavorazione artigianale di prodotti industriali.

Tradotto dalla redazione

© Riproduzione riservata

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

− 2 = 4