Batate (o patata dolce): il prodotto italiano batte quello spagnolo

0
414

Batate (o patata dolce): il prodotto italiano batte quello spagnolo  Si registra una forte concorrenza spagnola per la batata (o patata dolce) italiana; quest’ultima però sembra vincere in termini di shelf life, aspetto esteriore e qualità.

Il prodotto italiano mostra una maggiore conservabilità a scaffale, ma oltre che con la Spagna deve fare i conti anche con la concorrenza israeliana e statunitense. Gli areali sono in espansione in Puglia, ma il prodotto acquista sempre maggiore popolarità in tutta la Penisola. La richiesta da parte dell’industria del trasformato è molto alta. A dichiararlo a FreshPlaza è Michelangelo Loizzi, un operatore del settore.

“I produttori israeliani e spagnoli sono ancora in raccolta e i prezzi faticano a salire. Ci sono novità in ambito varietale: si ricercano cultivar più resistenti, ma al momento si è solamente in una fase sperimentale. Complessivamente, quest’anno offerta e domanda sono in aumento”.

La batata è un prodotto sempre più apprezzato nei mercati e anche nei supermercati italiani. “Il consumatore la cerca e la consuma. I grandi supermercati acquistano, in prevalenza, merce spagnola a un prezzo più basso (appena sopra l’euro) mentre i rivenditori più piccoli apprezzano il prodotto italiano e lo valorizzano con quotazioni che arrivano anche a 1,40 euro/kg”.

Maria Luigia Brusco FreshPlaza.it

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

4 + 4 =