Canarie: modifiche al decreto che regola i Guachinches

0
427

Canarie: modifiche al decreto che regola i Guachinches Definire le priorità nella gestione di queste strutture e procedere con le modifiche al decreto che ne regola l’attività dal 2013

L’Assessore alle Politiche Agricole del Governo delle Canarie, Narvay Quintero, ha incontrato lo scorso mese rappresentanti del Cabildo e proprietari di guachinches di Tenerife per definire le priorità nella gestione di queste strutture e procedere con le modifiche al decreto che ne regola l’attività dal 2013.

Quintero, in presenza del Direttore dell’Instituto Canario de Calidad Agroalimentaria (ICCA), José Díaz Flores, ha confermato l’importanza di procedere con il consenso di tutti gli attori del settore, e che il dialogo con le amministrazioni resta un fattore fondamentale per raggiungere una normativa che garantisca lo sviluppo di questa attività, espressione della cultura vitivinicola delle isole.

L’incontro celebrato in settembre è stato il primo da quando Quintero si è impegnato con il Parlamento Canario ad avviare modifiche al decreto che regola l’attività di oltre 150 locali nelle isole di Tenerife, Gran Canaria e El Hierro.

La creazione del marchio di qualità è stato uno degli argomenti chiave. Inoltre, si è discusso sulla necessità di ampliare a 6 i mesi di apertura dei locali (attualmente i mesi di apertura sono 4), come sull’eventualità di ridiscutere i vincoli relativi all’offerta gastronomica imposti dal decreto vigente.

Bisogna ricordare che l’attuale decreto delega ai Cabildos la gestione del registro ufficiale dei guachinches e alla Consejería de Turismo del Gobierno de Canarias la revisione, che negli ultimi quattro anni ha generato 60 pratiche e 14 sanzioni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

68 − 58 =