Canarie senza un protocollo di attuazione pre-infarto, un ‘Código infarto’

0
360

La Sociedad canaria de cardiología (Socancar) ha celebrato, il passato mese di aprile, il suo trentesimo Congresso a Fuerteventura.

I medici hanno allertato della situazione dell’Arcipelago perché le Canarie sono l’unica comunità autonoma senza un protocollo di attuazione pre-infarto, un ‘Código infarto’ nonostante la Spagna è ai primi posti per infarti e malattie coronarie.

A Lanzarote e Fuerteventura la situazione non è tra le più confortanti, rispetto alle isole principali Tenerife e Gran Canaria. Nessun laboratorio per chi ha subito un infarto o ha malattie simili e quindi sono costretti ad andare a Gran Canaria. “Si può dire che i cittadini delle isole orientali sono figli di un dio minore”, dice Antonio García Quintana, cardiologo presidente della Sociedad canaria de cardiología.

Per il presidente di Socancar , “nelle isole Canarie v’è una importante carenza” per capirci, spiega, nella metà dell’isola di Tenerife esiste il Código infarto, mentre l’altra metà, che appartiene ad un altro ospedale, non è attuato. Tanto meno si attua in tutta la provincia di Las Palmas di Gran Canaria, mentre sull’isola di La Palma esiste un protocollo di attuazione entro le 24 ore. Nelle regioni dove si applica questo protocollo, la mortalità per infarto è scesa del 14 per cento.

{loadposition adsense_articoli}

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

2 + 7 =