Contrassegno Unificato Disabili Europeo

0
contrassegno-europeo-cude-sito

contrassegno-europeo-cude-sitoDal 15 settembre 2012 è in vigore il decreto del Presidente della Repubblica 30 luglio 2012, n.151, che prevede l’introduzione in Italia del Contrassegno Unificato Disabili Europeo (CUDE) e la corrispondente modifica della segnaletica stradale.

 

Il decreto è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 203 del 31 agosto 2012.

{loadposition adsense-riquadro-articoli-piccolo}Il contrassegno europeo consente a un cittadino con disabilità, che ha dirittto a particolari agevolazioni nel paese in cui risiede, di godere dei benefici offerti ai disabili negli altri paesi dell’UE in cui si sposta.

Il contrassegno, riconosciuto in tutta Europa, facilita notevolmente la libera circolazione e l’autonomia dei cittadini con disabilità nell’Unione.

Il testo che modifica l’art. 381 del regolamento di attuazione del Codice della Strada (decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n. 495) non solo introduce nel nostro ordinamento il contrassegno invalidi comunitario, che dovrà essere esposto nella parte anteriore del veicolo, ma prevede altre importanti novità come la possibilità per il comune di stabilire la gratuità della sosta per i disabili nei parcheggi a pagamento nel caso in cui gli appositi spazi riservati siano già occupati o indisponibili.

Viene inoltre modificata la segnaletica stradale, per conformarla al simbolo previsto dalla normativa europea.

Il CUDE, infatti, è stato introdotto dalla Raccomandazione del Consiglio dell’Unione Europea 98/376/CE che stabilisce come i contrassegni auto per i cittadini disabili abbiano caratteristiche uniformi e vengano riconosciuti da tutti gli Stati membri con l’obiettivo di facilitare gli spostamenti in auto dei loro titolari.

http://www.vivieuropa.it/notizie/642/contrassegno-unificato-disabili-europeo

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

4 + 6 =