La Croce Rossa segnala un aumento dell​’​​emarginazione​ ​e​​ povertà nelle Canarie

0

​La Croce Rossa ha emesso un comunicato nel quale mostra la sua preoccupazione per questo forte aumento di povertà.

L’Istituzione considera che in questa comunità autonoma, la popolazione in situazione di vulnerabilità sociale ​è​ cresciuta in forma allarmante fino a situarsi intorno al 30%.

Segnala inoltre che è​ cresciuta la disuguaglianza sociale, l’ 1% della popolazione possiede la stessa ricchezza dell’ 80%. 

Per non parlare poi dell’incremento  dei problemi connessi al salario e dei lavoratori poveri, dovuto agli stipendi bassi ed ai contratti a tempo parziale o determinato.

{loadposition adsense_articoli}

Altra tendenza molto preoccupante che emerge dagli studi della Croce Rossa, e sulla quale l’istituzione chiede che si prenda coscienza,è​ il tasso di povertà infantile, che arriva al 92%.

Allo stesso modo, il tasso di disoccupazione pari al 67,3%, risulta essere quasi il triplo della percentuale riferita alla popolazione totale.

Le donne sono il 62,4 % nei programmi di lotta contro la povertà e l’emarginazione sociale rilevata dalla Istituzione nelle Canarie, mentre gli uomini risultano essere la maggioranza nei programmi diretti a reclusi, rifugiati, tossicodipendenti, malati di ​HIV,immigranti e handicappati.

Nel 2015 ​è stato rilevato che è ​aumentata la percentuale di persone che non hanno  reddito, un 17% non ha alcuna entrata (2,7 punti percentuali più che nel 2013).

Il tasso di disoccupazione tre le persone che usano i servizi di aiuto della Croce Rossa si avvicina al 67,3%. Il 61,9% di tale percentuale di persone disoccupate non ha coperture sociali (non riceve ne’ prestazioni per disoccupazione, ne’ rendite non contributive).

Il 63,9% ​è​ disoccupata da più di due anni  (nel 2013 era pari al 50 %).

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

− 2 = 2