Londra, la campagna ‘Brexit e le imprese italiane: cosa cambia?’

0

Londra, la campagna ‘Brexit e le imprese italiane: cosa cambia?’

Sostenere le aziende italiane esportatrici nei passi da compiere per prepararsi alla Brexit: è lo scopo della campagna “Brexit e le imprese: cosa cambia?”, lanciata dall’Ambasciata d’Italia a Londra con l’Agenzia ICE-Ufficio di Londra.
La campagna consiste in una serie di video, realizzati in collaborazione con PwC TLS Avvocati e Commercialisti, presentati a partire da mercoledì 25 novembre sul sito dell’Ambasciata e sui suoi profili social (Twitter, Facebook, Instagram).Nei video è possibile trovare informazioni ed indicazioni pratiche sui principali aspetti del commercio bilaterale che subiranno modifiche dopo il 31 dicembre prossimo, termine di avvio del periodo transitorio. Si tratta di indicazioni per le imprese esportatrici che potranno così orientarsi in modo adeguato su temi come, ad esempio, gli adempimenti in materia doganale, i controlli sanitari e fitosanitari, le etichettature. Alcuni di questi adempimenti saranno necessari a prescindere dall’esito del negoziato per le relazioni future fra UE e Regno Unito, e sul quale saranno date informazioni aggiornate, quando disponibili.

L’Ambasciata d’Italia a Londra invita le aziende ad intraprendere quanto prima le dovute azioni, in modo da poter proseguire senza rallentamenti o complicazioni le relazioni commerciali con il Regno Unito.
La campagna “Brexit e le imprese: cosa cambia?” si inserisce nella scia della più ampia azione di sostegno coordinata dall’Ambasciata a Londra agli scambi e alla cooperazione economica fra Italia e Regno Unito e riflette l’impegno del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e della rete diplomatico-consolare a sostegno delle imprese italiane. In vista della definitiva uscita britannica dalle istituzioni europee, parte rilevante di tale azione è svolta dal Desk Brexit attivo presso l’Ufficio di Londra dell’Agenzia ICE. Il desk assicura rapida ed efficace assistenza a imprese, consulenti e società di servizi, attraverso un dialogo continuo con le associazioni di categoria e la pubblicazione regolare di manuali e linee guida con indicazioni operative per diverse categorie merceologiche.

L’Ambasciata, l’Ufficio ICE e tutto il Sistema Italia continueranno a fornire aggiornamenti e sostegno alle aziende italiane che commerciano col Regno Unito, nella consapevolezza dell’importanza di questo mercato per l’economia del nostro Paese e con l’auspicio che un’adeguata preparazione consenta di affrontare con successo le sfide poste dalla Brexit.

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui