472 milioni di persone nel mondo sono di madrelingua spagnola

0

La comunità ispanofona è pari al 7,8% della popolazione mondiale. Con la recente relazione annuale ‘El español: una lengua viva (2016)’, l’Instituto Cervantes pubblica un quadro piuttosto interessante. Lo spagnolo è la seconda lingua di comunicazione internazionale dopo l’inglese, ed occupa il secondo posto anche come lingua di comunicazione nei principali canali social del mondo, che ne fanno in assoluto la terza lingua più usata in Internet.

Secondo i dati forniti, nel mondo le persone che parlano spagnolo oggi sono 566.932.208, tenendo conto dei soggetti madrelingua, di quelli che lo parlano limitatamente e di quelli che lo studiano come lingua straniera. Coloro che nel mondo studiano lo spagnolo superano la cifra di 21 milioni, anche se questi numeri non tengono conto degli istituti privati, ma solo dei dati raccolti dalle sedi sparse per il mondo dell’Instituto Cervantes, per cui si stima che il numero sia superiore addirittura del 25%.

L’analisi dell’evoluzione demografica delle cinque lingue più parlate al mondo – cinese, inglese, spagnolo, hindi e arabo – condotta tra il 1950 e il 2050, mostra in termini relativi che la proporzione di madrelingua cinesi e inglesi diminuisce per ragioni demografiche, mentre i madrelingua spagnoli confermano un aumento moderato, ma continuo.

{loadposition adsense_articoli}

Nel 2060, gli Stati Uniti saranno il secondo paese ispanofono del mondo, con 119 milioni di persone, seguiti dal Messico. Anche in Brasile ci saranno circa 30 milioni di persone che parleranno spagnolo come seconda lingua.

Si prevede che nel 2050 le persone che parleranno spagnolo saranno 754 milioni.

Per quanto riguarda il ruolo dello spagnolo come attore economico, la relazione mette in luce che il contributo dei paesi ispanofoni al PIL mondiale è pari attualmente al 6.4% e che l’America del Nord (Messico, Stati Uniti, Canada) e la Spagna insieme rappresentano il 78% del potere acquisitivo degli ispanofoni. Nella stessa relazione, si sottolinea il peso che lo spagnolo sta acquisendo nel commercio internazionale: se è vero che tra due paesi in cui si parla la stessa lingua lo scambio commerciale raddoppia, nel caso dello spagnolo come lingua comune moltiplica per quattro le esportazioni bilaterali tra i paesi ispanofoni. Lo spagnolo è la seconda lingua più usata su Facebook e Twitter, e il potenziale aumento del numero degli utenti ispanofoni del canale social più importante è maggiore rispetto a quello dell’inglese. Fonte: elconfidencial.com

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

63 − 56 =