Canarie. Allarme tra i produttori di pomodoro per il possibile arrivo della tuta absoluta

0

Il settore del pomodoro d’esportazione, assieme al governo regionale, ha contribuito lo scorso mese, durante la fiera tedesca di FruitLogistica di Berlino, a migliorare la propria posizione nei mercati UE.

Durante questa occasione, l’organizzazione Fedex ha espresso ai rappresentanti del governo la preoccupazione dei produttori locali di pomodoro rispetto alla possibilità che arrivi nelle isole la tuta absoluta, la tignola del pomodoro. In questo caso, si verificherebbe la distruzione totale del settore nelle isole Canarie.

Il pomodoro da esportazione ha vissuto un periodo di crisi di circa dieci anni, e proprio adesso stiamo assistendo al recupero di questa produzione. Grazie ad interventi governativi e alla volontà dei produttori di investire su processi di innovazione, e rendere il settore più competitivo.

Nella stagione 2016-2017 sono state esportate circa 55.000 tonnellate di “tomate canario”, mentre i numeri della stagione in corso si aggirano intorno alle 30.000 tonnellate.

Tra gli argomenti trattati, anche la problematica legata alla brexit, visto che il Regno Unito rappresenta quasi la metà del mercato del pomodoro canario. Il settore agricolo dà sintomi di ripresa e di aumento della produzione, che tradotto vuol dire maggior peso nell’economia canaria, nell’occupazione e nella creazione di contratti di lavoro favorevoli.

{loadposition adsense_articoli}

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

85 − 78 =