Canarie. Il carnevale è libertà

0

Carissimi amici! Eccoci arrivati al mese di febbraio un mese con meno giorni ma pieni di attività e movimento per questa bellissima isola di Tenerife e non solo ma anche in tutte le isole Canarie; dove il carnevale e vissuto in maniera suggestiva e folcloristica, tutto da vedere e sentire dentro.

Senza dimenticare mai l’educazione e il rispetto verso gli altri.

Il carnevale ha origini molto antiche dove venivano soverchiati tutti i ruoli, in questo periodo dove la confusione regna sovrana c’è anche una profondità esoterica da vedere, e capire. Il divertirsi banchettare prima dell’austera quaresima che rappresenta la purificazione della carne prima della rinascita. Il carnevale significa il liberarsi dai simboli dalle divisioni create; c’è la libertà di sentirsi come veramente si vorrebbe essere liberi da tutto quello che ci viene imposto. Nelle corti il re aveva quasi sempre il matto di corte a cui era permesso deridere tutti anche il re, parlare liberamente, questo doveva far capire che il matto esce da tutti i ruoli, libero dal gioco dove invece erano relegati tutti gli altri.

{loadposition adsense_articoli}

 

Nei tarocchi il matto ha il numero zero, libero da influenze si muove come vuole nella sua pazzia di libertà: mentre gli altri arcani sono tutti numerati hanno un ruolo da ricoprire.

Ecco cosa significa il carnevale dissacrare quel ruolo imposto sentirsi re, principesse, streghe, fate, ecc ecc, muovere la fantasia credere nel potere della libertà della nostra mente non avere il ruolo imposto dalla società che blocca ogni creatività, La libertà che ora non si ha perché si è talmente scesi nel ruolo di quello che pensiamo di essere bloccando la fantasia ecco perché ci sono tante violenze odio invece abbattere le barriere giocare e divertirsi come bambini.

Si deve ritrovare il significato delle festività perché dietro si nascondono significati profondi che ci aiutano nella rinascita e nella comprensione di chi siamo e di cosa ci viene imposto e cominciare a liberarsi dai schemi della matrice che ci vuole tutti uguali, ricrearsi rinascere con la consapevolezza che dentro di noi c’è sempre un bambino che vuole giocare che non conosce il gioco dei grandi le loro insicurezze, paure, violenze, il prevaricare sugli altri. Il bambino ama tutto è curioso crea inventa si maschera vive gioiosamente la vita senza preoccuparsi di cosa succede sa che tutto è un gioco.

Facciamo che sia carnevale tutti i giorni togliamo la serietà nel ruolo che abbiamo e riscopriamo la fantasia il gioco basta essere seri tristi esauriti vediamo veramente la vita che cosa è un gioco dove ci vengono date delle cose che sta a noi usarle bene o male. Essere liberi o schiavi.

Il sistema non ama le persone che vestono il ruolo del matto perché non sono dominabili non possono vestire un ruolo imposto, vivono la vita gioiosamente senza cadere nella trappola delle imposizioni, dei ruoli ma vivono assaporando la vita nella profondità di veramente quello che è.

Essere bambini gioiosi in corpi da grandi, riprendesi l’unicità che ci distingue uno dagli altri creando un orchestra di vari strumenti ma che suonano, gioiosamente la musica della vita. Un abbraccio di luce e amore avoi tutti, cari lettori di Tenerife, delle Canarie o del Nondo.

Gioia

www.gioiacartomanzia.com

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

+ 42 = 52