Circuito de Tenerife: imminente l’inizio dei lavori

0

Il presidente del Cabildo di Tenerife, Carlos Alonso, ha confermato che i lavori per la costruzione del circuito automobilistico di Tenerife (nel comune di Granadilla de Abona) inizieranno a breve. I lavori sarebbero dovuti iniziare oltre un anno fa. Proprio nel settembre 2014, Alonso aveva confermato che gli ostacoli di natura territoriale ed ambientale erano stati rimossi e che i lavori potevano cominciare. Dopo ulteriori cavilli burocratici e difficoltà di carattere ambientale, i lavori erano stati approvati nel maggio 2015, quando la società Kiti Trans SLU aveva vinto l’appalto con un preventivo pari a 30 milioni di Euro, spesa privata che la società avrebbe potuto recuperare durante i 35 anni di sfruttamento della struttura previsti dagli accordi presi con il governo dell’isola.

Purtroppo, l’inserimento di alcune modifiche al progetto iniziale, come il cambiamento della zona dei box, l’ubicazione dei servizi, etc., hanno richiesto l’ulteriore approvazione delle diverse autorità, ritardando notevolmente l’inizio dei lavori. Il circuito, che si chiamerà “Centro Insular del Motor”, avrà una sezione principale di 4.067 metri, con un rettilineo di 819 metri, 10 curve a sinistra, 5 a destra e una larghezza media di 12 metri che arriva a 15 metri sul rettilineo principale e nelle curve contigue. Il senso di marcia sarà antiorario, e le prime simulazioni parlano di un tempo medio di 1 minuto e 20 secondi per una Formula 1, con una velocità massima di 310 km/h alla fine del rettilineo.

{loadposition adsense_articoli}

Il circuito sarà munito dell’omologazione T1-FIA, e in totale offrirà nove distinte varianti, grazie ai sei collegamenti interni, che consentono di poter utilizzare in simultanea due zone del circuito indipendenti tra loro. La zona dei paddock e degli edifici si estenderà lungo i 102.000 metri quadrati e conterrà la struttura dei box (24 in totale, di 8-15 metri ciascuno), un centro medico, eliporto, bar, zona verifiche, accessi e altri edifici ausiliari. La superficie destinata ai parcheggi è di 104.000 metri quadrati, con una capacità massima di 30.000 posti spettatori, per eventi speciali, anche se le stime parlano di una media tra i 4.000 e i 10.000 spettatori per evento. Se si rispettano i tempi di lavoro previsti (21 mesi), il circuito sarà operativo nella primavera 2018.  

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

+ 19 = 24