F8 e il futuro del Social Network più famoso al mondo

0

In aprile si è tenuta a San José in California, l’F8, la conferenza annuale di Facebook per gli sviluppatori che, solitamente, serve a presentare le novità che il Social Network introdurrà in un futuro non troppo lontano.

Mark Zuckerberg, il fondatore di Facebook, ha mostrato alcune importanti innovazioni a cui assisteremo tra pochi mesi.

Dopo aver sottolineato il fatto che, in questi ultimi dieci anni, Facebook ha lavorato per connettere amici e parenti in tutto il mondo, da questo momento l’obiettivo sarà quello di aiutare le persone a realizzare delle vere e proprie community. Per poter raggiungere questo traguardo, spiega Zuckerberg, bisogna sfruttare le nuove tecnologie, prima su tutte la Realtà Aumentata (AR) dove Facebook sta investendo molto.

Per questo motivo una delle prime novità presentate è stata Camera Effects Platform, una suite di strumenti creativi per creare cornici, effetti interattivi e maschere attraverso la fotocamera, utilizzando gli strumenti AR. Questa piattaforma è formata da due prodotti principali: AR Studio e Frames Studio.

AR Studio può essere utilizzato per creare maschere, cornici animate e altri effetti in realtà aumentata che reagiscono al movimento, all’ambiente o alle interazioni durante le trasmissioni in diretta. Frames Studio è un editor online che permette di progettare cornici che possono essere utilizzate sia nelle foto del profilo sia nella nuova camera di Facebook.

Anche se l’ideatore di Facebook ha lasciato intendere che il futuro è nelle mani dell’AR, il Social Network sta investendo molto anche nella Realtà Virtuale (VR), difatti, una delle più grosse novità che saranno introdotte è Facebook Spaces. Si tratta di uno spazio digitale in cui gli utenti si possono riunire attraverso la VR. Questa applicazione consente alle persone di incontrarsi, come avatar, in un ambiente virtuale ed interattivo e passare del tempo insieme grazie al visore. Inoltre è possibile vedere foto e video a 360° e disegnare oggetti con un pennello 3D e utilizzarli virtualmente, condividere con gli amici l’ambiente creato oppure interagire nelle trasmissioni in diretta. Sempre per quanto riguarda le community e l’interazione, numerose sono le funzionalità che saranno aggiunte a Messenger: la Scheda di Esplorazione, che consente all’utente di trovare il prodotto o l’impresa che sta cercando; – il rilancio dei Messenger Code, la versione di Facebook dei codici QR; – la Scheda dei giochi a turni in tempo reale; – le Smart Replies che danno la possibilità alle aziende di poter impostare delle risposte automatiche fuori dall’orario di lavoro; – le Chat Extension che permettono di usare alcune app senza bisogno di lasciare Messenger o la chat che si sta seguendo in quel momento. Inoltre si possono condividere i contenuti, ad esempio la musica da Spotify, con gli altri utenti delle chat di gruppo. La novità più grande però è M, l’assistente digitale per iOS e Android. Basato su tecniche di autoapprendimento sarà in grado di aiutare gli utenti a svolgere automaticamente delle azioni. Ogni volta che M sarà pronto per un suggerimento, apparirà un piccolo popup attraverso cui interagire.

Anche per gli sviluppatori saranno aggiunte alcune utilità molto interessanti come Developers Circle, una community aperta a tutti gli sviluppatori, Places Graph, già disponibile, dove Facebook fornisce dati di oltre 140 milioni di luoghi in tutto il mondo da integrare con le proprie app ed infine Workplace, una piattaforma dedicata alle imprese. Rispetto all’anno passato le novità sono molte, vedremo se Facebook riuscirà a raggiungere il nuovo obiettivo con questi importanti aggiornamenti.

Andrea Blasutto – ASOLA TWIN S.A.

www.asola.es

asola-gmbh.png

{loadposition adsense_articoli}

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

+ 36 = 39