I porti canari registrano grandi numeri

0

I porti canari hanno chiuso l’anno 2016 con un incremento dello 0,4% dei trasporti, sia di merci che di persone. Sono state registrate attività commerciali per 36.336.133 tonnellate, confermando i porti canari tra i principali porti della Spagna, come riportato dalla relazione annuale sull’economia canaria redatta dalla Confederación Canaria de Empresarios. L’economia canaria avanza a pieno ritmo, come sembrano mostrare tutti gli indicatori.

Nei porti canari a gestione statale, nello scorso 2016 sono state registrate 36.336.133 tonnellate in tutti i porti delle isole. Secondo le provincie, e nonostante il calo del 3,6% rispetto all’anno precedente, Puertos de Las Palmas de Gran Canaria con le sue 22.731.311 tonnellate rappresenta il 55,3% del traffico totale alle Canarie.

Da parte sua, Puertos de Santa Cruz de Tenerife ha quantificato il suo traffico in 13.604.822 tonnellate, con un aumento del 7,8% delle attività. Ma il singolo porto che registra il maggior aumento è Puerto del Rosario, con il 9,5% in più rispetto all’anno precedente, seguito da quello di Santa Cruz de La Palma (8,2%). Ciò nonostante, sono i porti capitolini quelli che registrano la maggiore attività, di modo che Puerto de La Luz e Las Palmas – comprendendo anche quello di Salinetas – registrano 22.102.104 tonnellate, nonostante le perdite pari a 4,7 punti percentuali, mentre Puerto de Santa Cruz de Tenerife, assieme a Los Cristianos e Granadilla, registra 12.539.653 tonnellate, pari al 7,9% in più.

Per quanto riguarda il traffico di passeggeri, le Canarie registrano 7.695.090 passeggeri, pari a 1,2% in meno rispetto al 2015. Per quanto riguarda le crociere, solo le isole più occidentali hanno registrato un saldo positivo in chiusura del 2016. La Estaca è stata quella che ha registrato il maggior aumento, pari al 140% in più ovvero 9.605 passeggeri. Puerto del Rosario torna ad essere il porto che registra la diminuzione più pronunciata – un saldo negativo del 17,4% – pari a 111.297 crocieristi. La provincia di Santa Cruz de Tenerife ha accolto 191.647 navi da crociera, che si traduce in un discreto aumento, con 67 navi in più rispetto all’anno precedente. Attraverso le compagnie regolari, sono arrivati in arcipelago 5.710.909 passeggeri, pari a 3,4% in più rispetto all’anno precedente.

Per quanto riguarda il traffico merci, alle Canarie sono state registrate 33.727.008 tonnellate di merce, con il porto di Las Palmas in testa con 20.1 tonnellate di merce scaricata, anche se il bilancio rispetto all’anno precedente è diminuito del 4%, mentre quello di Tenerife è aumentato dell’8%, pari a 13,6 milioni di tonnellate di merce scaricata.

{loadposition adsense_articoli}

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

7 + 2 =