Il 2015 chiude con un incremento del 9,2% dei contratti di lavoro nel settore turistico di Tenerife.

0

Il presidente Carlos Alonso ha giudicato positiva l’evoluzione registrata per l’impiego nel settore turistico, con un aumento dei contratti di lavoro in 11 mesi e una diminuzione della disoccupazione rilevati a fine anno.

Il settore turistico ha chiuso il 2015 con un aumento dei contratti ed una riduzione delle cifre relative alla disoccupazione, sia nel settore propriamente turistico, come nell’insieme di cui si compone l’economia insulare, trascinata dall’effetto positivo.

Così lo ha confermato il Presidente del Cabildo, Carlos Alonso, che ha sottolineato come questi risultati positivi mantengano una tendenza crescente, e come questi stessi risultati abbiano contribuito a trascinare altri settori meno dinamici dell’economia dell’isola.

{loadposition adsense_articoli}

I contratti vincolati al settore turistico a Tenerife sono cresciuti del 9,2% nel 2015, anno in cui sono stati formalizzati un totale di 125.489 nuovi contratti, pari a 10.566 contratti in più rispetto al 2014.

I mesi di luglio e ottobre sono stati particolarmente dinamici per quanto riguarda la firma di contratti, perché gli stessi periodi coincidono rispettivamente con l’inizio della stagione estiva e invernale, come spiegato dal Presidente del Cabildo.

Ciò nonostante, durante i mesi del 2015, a parte il mese di maggio, si è verificato un aumento dei contratti nel settore turistico.

L’Assessore al Turismo, Alberto Bernabé, ha precisato che il turismo significa per Tenerife il 41% dei contratti formalizzati all’interno del mercato del lavoro e il 47,1% di quelli generati nel settore dei servizi.

Questi dati manifestano l’importanza di questa attività economica per l’intera economia dell’isola. Ciò nonostante, il 90% di questi contratti sono a tempo determinato, mentre solo il 10% sono a tempo indeterminato. Ciò significa che bisogna continuare a lavorare per raggiungere una maggior stabilità per questi lavori.

All’interno delle attività peculiari del turismo, il settore alberghiero registra nel 2015 un aumento dei contratti del 12%, con 10.357 contratti in più rispetto al 2014. Nel caso dei servizi di pernottamento, l’aumento si colloca al 10% (4.574 contratti in più), mentre le attività di ristorazione hanno registrato un aumento del 14,3% (5.783 contratti in più).

Il Presidente Carlos Alonso ha fatto presente che il dinamismo registrato nel settore turistico non mette solamente in rilievo l’aumento dei contratti, ma anche la diminuzione della disoccupazione, una tendenza che si registra già dalla fine del 2013.

I risultati del 2015 riflettono una diminuzione della disoccupazione del 4,7% a dicembre, che tradotto in numeri vuol dire 1.057 disoccupati in meno rispetto allo stesso periodo del 2014, con un totale di 21.299 persone registrate come disoccupate presso gli uffici del Servicio Canario de Empleo.

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

88 + = 97