IL CIELO DELLE CANARIE

0

Nella valle sotto il piccolo paese di Arafo, grazie all’oscurità, si può essere più vicini alle stelle e questo è privilegio. Non solo un privilegio ma una sensazione di gratitudine per essere partecipi di tanta bellezza. Altrove è impossibile vedere a occhio nudo la Via Lattea soprattutto per l’inquinamento luminoso. Eccola la Via Lattea (la Galassia per antonomasia il cui nome deriva dal greco “galaxias” che significa “latteo”). E’ una debole banda luminosa biancastra dall’aspetto lattiginoso che attraversa diagonalmente la sfera celeste, una scia luminosa che affascina. E subito ecco l’Orso Maggiore, una delle costellazioni che accompagnano tutte le notti dell’anno, senza mai tramontare. Sono otto stelle assai luminose che catturano chi volge lo sguardo al cielo alla ricerca della Stella Polare. Si, se si prolunga idealmente la linea che congiunge le prime due stelle del carro, eccola, e’ lei, la Stella Polare. Luminosissima, la stella piu’ immobile del cielo che resta nella stessa posizione per tutta la notte in ogni giorno dell’anno. Cerchiamo la costellazione di Orione, la più conosciuta per le sue stelle brillanti e la sua posizione vicino all’equatore celeste che la rende visibile da tutto il pianeta. E’ facilmente identificabile per l’allineamento di tre stelle che formano la Cintura di Orione, ornate da un rettangolo di quattro stelle più luminose chiamate i Tre Re. E andiamo o alla ricerca di Sirio. Impossibile non rimanere colpiti dallo scintillio vivacissima di una stella dal colore bianco, la stella più brillante di tutta la volta celeste. Questo è il cielo delle Canarie. Paola Nicelli

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

4 + 3 =