Iniziezioni di capitali per l’anillo insular (tangenziale Tenerife)

0
cest

cestLo scorso settembre ha avuto luogo una riunione negli uffici del CEST (Circulos de Empresarios y Profesionales del Sur), con l’Assessorato alla Viabilità del Cabildo di Tenerife.

 

Motivo della riunione era quello di aggiornare sulla situazione riguardante i lavori di conclusione dell’Anillo Insular (la circonvallazione dell’isola), dopo l’offerta da parte del Cabildo di Tenerife di mettere a disposizione i 4 milioni di Euro necessari per concludere i lavori nella tratta compresa tra Santiago del Teide e il Barranco de Erques, entro il 2014.

{loadposition adsense-riquadro-articoli-piccolo}L’assessore per la viabilità del Cabildo di Tenerife ha spiegato che la ragione di questa decisione sta nella ferma volontà di concludere i lavori di questa importante infrastruttura, vista l’impossibilità del Governo delle Canarie di portare esso stesso i lavori a conclusione, perchè il governo nazionale non è in grado di rispettare gli accordi presi nell’ambito della viabilità canaria.

Da parte del CEST si è espresso forte apprezzamento rispetto alla volontà del Cabildo, se si tiene conto dell’importanza di questa infrastruttura per l’isola (per i suoi innegabili vantaggi in materia di ramificazione dell’isola, riduzione dei tempi di trasferimento da Nord a Sud dell’isola, riduzione delle emissioni di CO2 nell’atmosfera, riduzione del fenomeno di migrazione dal nord verso il sud dell’isola, dove la popolazione lavora maggiormente, decongestione del traffico nella zona La Laguna-Santa Cruz de Tenerife e nel resto dell’isola, come anche riduzione della forte spesa che cittadini ed imprenditori di Tenerife affrontano giornalmente, e che si aggira intorno ai 250 milioni di Euro all’anno).

Per il CEST questo è un gesto tanto plausibile come quello che, in situazione simile, ha portato negli scorsi mesi a prendere decisioni in merito ai lavori per l’Hospital del Sur.

L’assessore ha confermato che con questi fondi la tratta tra Santiago del Teide e Vera de Erques (Adeje) verrà terminata entro fine anno, assieme al collegamento con la Rambla de Guía de Isora, da dove mancherebbe solo il viadotto di Erques per completare tutta la tratta sud dell’anillo, e che si prevede possa accadere entro il prossimo giugno 2015.

A quel punto, mancherebbe solo il tunnel di Erjos per concludere definitivamente tutti i lavori dell’anillo. Dal CEST applaudono questo importantissimo passo in avanti che il Cabildo ha dato, sostenuto dal suo presidente Carlos Alonso, attraverso l’assessorato alla viabilità José Luis Delgado.

Il CEST, nella figura della sua presidentessa, Ana Concepción, conferma che si tratta dell’infrastruttura viaria più importante e giustificata che il Governo delle Canarie possa avere a sostegno delle sue politiche, ed aggiunge anche che adesso non esistono più scuse per non completare la tratta e renderla operativa.

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

43 − 40 =