L’UNIONE EUROPEA VIETA L’USO DEL TERMINE “MIEL DE PALMA”

0
miele-la-palma-2

miele-la-palma-2

Il regolamento dell’Unione Europea non contempla eccezione alcuna alla definizione del termine “miel”, che deve essere usata esclusivamente per prodotti elaborati dalle api, e non per quelli estratti dalla palma, come tradizionalmente avviene a La Gomera.

 

Il Cabildo de La Gomera ha reso noto che il direttore generale della “Industria Alimentaria del Ministerio de Agricultura, Alimentación y Medio Ambiente”, Fernando Burjaz Moreno, ha divulgato per iscritto la delibera dell’Unione Europa, che continua a non consentire l’uso del termine “miel de palma”.

{loadposition adsense-riquadro-articoli-piccolo}Il regolamento dell’Unione Europea non contempla nessuna eccezione alla definizione “miele”, che deve essere usata esclusivamente per prodotti elaborati dalle api, e non per quelli estratti dalla palma, come tradizionalmente avviene a La Gomera.

Anche se la battaglia non si è ancora conclusa, l’unico compromesso che si è potuto raggiungere con le istituzioni europee è la possibilità di studiare una denominazione e così, per esempio, si è presa in considerazione quella di sciroppo, che però viene rifiutata dal Cabildo, perchè non corrisponde al nome storico del prodotto.

Rispetto alla modifica sulla direttiva relativa al miele alla quale si sta lavorando in ambito europeo, e che il Cabildo vorrebbe utilizzare per far accogliere l’obiezione de La Gomera, il Ministero conferma di avere in chiaro due obiettivi.

Da un lato, si cerca di adattare la delibera della Commissione alle disposizioni del Trattato di Lisbona, dal’altro si cerca di modificare la definizione di miele, riferendosi al polline come ad un componente del miele, e non come ingrediente stesso, come richiesto dai paesi dell’Est in relazione ad una sentenza emessa in merito a questa tematica.

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

− 7 = 1