I Beatles a Tenerife… 55 anni dopo

0

I Beatles a Tenerife… 55 anni dopo

Di certo sarebbe stato felice George Harrison, a cui dobbiamo la paternitá di questa frase, nel sapere che a Tenerife, nel giro di soli 5 anni, sono giá due le manifestazioni che ricordano la loro breve ma intensa vacanza nell’isola. E questo grazie a Nicolás Gonzáles Lemus, ideatore e curatore anche del prossimo evento “Los Beatles en Tenerife. 55 aniversario”, illustre storico, fondatore e direttore delle riviste “Turismo” e “Catharum”, membro tra le altre della Royal Historical Society di Londra e dell’Instituto de Estudio Historicos de Canarias nonché profondo conoscitore delle vicende che legano Tenerife alla Gran Bretagna.

Con circa 30 pubblicazioni all’attivo, una delle quali proprio sulla vacanza dei Fab Four nell’isola “Los Beatles en Tenerife. Estancia y Beatlemania” edito nel 2010 è testimone attivo di quei lontani e intensi giorni del 1963.

Paul Mc Cartney, George Harrison e Ringo Starr, infatti, dal 28 aprile al 9 maggio 1963, all’indomani della registrazione del loro primo album, Please please me, si regalarono la loro prima vacanza “adulta” proprio a Tenerife, accompagnati dai loro amici tedeschi Astrid Kircherr e Klaus Voorman, conosciuti durante gli anni di gavetta ad Amburgo quando suonavano al club Kaiser Kell. Mancava all’appello John Lennon, all’epoca giá sposato e padre di un bimbo. La sua condizione di giovanissimo marito e padre venne tenuta segreta per diversi anni per volere del loro manager Brian Epstein sicuro del fatto che fosse sgradito al pubblico femminile un Beatles con famiglia.

Epstein che, peró, voleva fermamente un periodo di riposo per il Quartetto, era atteso a Torremolinos in Andalusia e chiese a John di accompagnarlo. Lennon, a malincuore, rinunciò ad andare con gli altri. Quella a Tenerife fu per i 3 ragazzi di Liverpool una vera e propria vacanza di formazione…

continua a leggere http://www.vivilecanariemagazine.com/puerto-de-la-cruz-beatles-tenerife-55-anni/

 © vivilecanariemagazine.com

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui