LA STORIA DEL RUM ALLE CANARIE

0
storia-rum-canarie

storia-rum-canarieAi più non è dato sapere che il rum rappresenta la cultura popolare gli usi, i costumi, il folklore e le tradizioni dell’arcipelago canario.

 

Ecco riassunti brevemente alcuni cenni storici e l’attualità.

{loadposition adsense-riquadro-articoli-piccolo}Nel XVI e nel XVII sec. lo zucchero ha avuto un ruolo assai importante nello sviluppo del commercio internazionale, prodotto solo in Nord Africa, Medio Oriente, Canarie, Madera e Sicilia. in quantità limitate.

Fu Cristoforo Colombo, nel suo secondo viaggio nelle Americhe, a portare talee di canna da zucchero dalle Isole Canarie ai Caraibi.

Grazie al clima ideale la coltivazione della canna da zucchero si diffuse in tutte le isole.

Dalla metà del XVII sec. la canna da zucchero cominciò ad essere usata per la produzione di un distillato locale, il rum la cui divulgazione si deve ai pirati inglesi e francesi ma il cui consumo si diffuse anche tra le classi sociali più elevate.

Le Canarie sono state pertanto il trampolino di lancio dell’espansione della coltivazione della canna da zucchero, materia prima usata per la produzione di rum.

La qualità della canna da zucchero delle Canarie è da sempre stata considerata superiore: la più ricca di zucchero tra le varietà conosciute. La scorsa settimana nel programma “En Abierto” la televisione canaria ha visitato Tejina, piccolo centro a pochi Km. da La Laguna, Non poteva mancare una visita alla “Destilleria San Bartolomè de Tejina”, produttrice di rum.

Il Direttore Generale Don Heraclio Torres ha mostrato con orgoglio i vecchi macchinari.

E’ dal 1948 che la distilleria continua la tradizione della lavorazione dell’autentico rum delle Canarie con una produzione attuale di 5.000 bottiglie l’ora.. Interessante il percorso di innovazione per l’uso di bottiglie in alluminio arricchite da un design assai originale e attraente e la varieta’ dei rum: al cocco, al caramello,al miele E’ stato il Ron Guajiro Blanco, un prodotto di eccellenza, ad essere premiato nel giugno 2013 alla NEW YORK SPIRIT COMPETITION con medaglia d’oro e al RUM RENAISSANCE FESTIVAL di Miami 2013 sono state conferite due medaglie d’oro nelle categorie bianco e dorato.

Allo SHOW RUM 2014 di Roma premio al rum Aguere bianco e al rum Aguere al cocco quali migliori nelle loro categorie, sbaragliando i piu’ importanti marchi presenti.

Paola Nicelli

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

+ 19 = 24