Nel porto di Santa Cruz di Tenerife c’è posto per tutto e per tutti

0

Il sindaco di Santa Cruz de Tenerife, José Manuel Bermúdez, ha ricordato il vincolo storico del porto con la propria città per confermare che il destino dell’uno e dell’altra sono uniti. Durante una conferenza stampa, il sindaco ha confermato che Santa Cruz è impensabile senza il contributo dell’attività portuaria.

Una relazione destinata a durare nel tempo, secondo regole di collaborazione e cooperazione.

Il sindaco ha citato i vari progetti in fase di realizzazione e che coinvolgono istituzioni come lo stesso Comune, l’Autorità Portuaria, il Cabildo di Tenerife.

In concreto, il sindaco ha sottolineato il nesso Porto-Città come opera strategica che verrà chiamata a cambiare la facciata di Santa Cruz e a recuperare il collegamento diretto del centro urbano con il mare.

Quest’opera permetterà ai “chicharreros” una passeggiata al porto priva di ostacoli, per poter arrivare direttamente al molo. Verranno inoltre create aree di divertimento e tempo libero, nonché attività economiche legate al settore alberghiero. In tal senso Bermúdez ha sottolineato che nel porto capitalino c’è posto per tutto e per tutti, facendo riferimento ai diversi usi che se ne possono fare, in ambito industriale, turistico, e ricreativo.

A tal proposito, ha confermato che c’è posto per le attività industriali e per la creazione di imprese all’interno della Zona Franca, che possano utilizzare strumenti come REF e ZEC, che di fatto stanno contribuendo a creare impresa e nuovi posti di lavoro.

Ci sarà infine anche spazio per attività legate al tempo libero, in particolar modo in zone come Valleseco e Los Llanos.

{loadposition adsense_articoli}

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

− 2 = 5