Spagna. Il 43% degli automobilisti deceduti nel 2016 positivi ai test anti-droga

0

Il 43% degli automobilisti deceduti lo scorso anno a causa di incidenti stradali sono risultati positivi ai test di alcol, droghe e/o altri psicofarmaci, pari ad un totale di 589 campioni analizzati dall’Instituto Nacional de Toxicología y Ciencias Forenses (INTCF). Nella relazione presentata si conferma che i dati corrispondono a quelli registrati nel 2015, una tendenza quindi che rimane stabile e che si rileva dal 2013. I risultati positivi dei campioni appartengono maggiormente a uomini (95%).

Di questi, il 67% nella fascia d’età tra i 25 e i 54 anni, e in particolare la fascia tra i 45 e i 54 anni, che ha registrato il 25% dei casi. Tra le sostanze assunte, circa il 69% si riconduce all’alcol, mentre la presenza di droghe è pari al 36% e quella degli psicofarmaci al 21%.

La cocaina e la cannabis sono le droghe più frequenti, riscontrate nel 48% degli incidenti.

Nel caso in cui si rileva la presenza di una sola droga piuttosto che un’associazione delle stesse, prevale il consumo di spinelli. Nella relazione sono stati inclusi anche studi realizzati su 167 pedoni deceduti in seguito ad incidenti stradali. In questo caso, il 32% aveva assunto sostanze stupefacenti.

Anche in questo caso la percentuale degli uomini è nettamente superiore, collocandosi al 72%.

La redazione

{loadposition adsense_articoli}

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

4 + 6 =