Tenerife. Arona: istituita mediazione per conflitti tra cittadini

0

L’Unidad de mediación y convivencia municipal de Arona è diventata operativa da alcuni giorni presso le strutture di Participación Ciudadana.

Si tratta di un servizio gratuito, con il sostegno a Tenerife della Universidad de La Laguna (ULL) e con due professionisti specializzati nella soluzione pacifica dei diversi conflitti e casi presentati davanti al Comune, sia in ambito sociale, condominiale che di organizzazione comunale.

Nella prima settimana di attività, questa unidad ha già assistito quattro casi. La tipologia di casi a trattare prevede conflitti tra vicini (rumori, disaccordo tra i proprietari delle comunidades, pulizia ed igiene, infiltrazioni di umidità, difficoltà di relazioni); conflitti familiari (problemi intergenerazionali, assistenza a persone); commerciali (rumori, odori prodotti da locali, problemi derivanti da produzione e consumo, questioni contrattuali in merito ad affitti o acquisti); utilizzo e amministrazione di spazi pubblici e scolastici.

La mediazione è una negoziazione atta a risolvere problemi, in cui entrambe le parti sono seguite da una parte terza capacitata, in grado di aiutare, analizzare e comprendere la situazione che genera conflitto. In base all’iter previsto, vengono proposte possibili soluzioni che, in caso di accettazione da entrambe le parti, vengono messe per iscritto per essere poi firmate.

L’Assessore al Gobierno Abierto ha sottolineato che i risultati ottenuti da altre unidades a livello nazionale confermano una percentuale di successo di mediazione pari al 90%. Tra i benefici previsti da queste soluzioni, anzitutto tempo e denaro risparmiati dal cittadino, oltre al potere decisionale, determinato da entrambe le parti, con il sostegno della persona mediatrice ed imparziale.

Questa iniziativa del comune di Arona-(Tenerife) prevede la realizzazione di corsi di sensibilizzazione e introduzione alla risoluzione cooperativa di conflitti, destinati al personale del Comune, della Policía Local e dei gruppi di cittadini che desiderino formarsi in merito alle misure di promozione della convivenza nelle comunità.

{loadposition adsense_articoli}

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

67 − = 59