Tenerife: ci chiediamo se è più conveniente affittare o comprare

0

Sí compra o si affitta?

Quando ci si vuole trasferire a Tenerife ci sono molti fattori da prendere in considerazione e puntualmente ci chiediamo se è più conveniente affittare o comprare. Gli italiani ci chiedono: compriamo un monolocale?

Appartamento con una o due camere da letto? Affittiamo? Compriamo?

Chiaramente tutto ciò dipende dalle possibilità economiche. Dopo trent’anni di esperienza nel settore, ecco cosa bisogna considerare prima di prendere una decisione.

– Il mercato immobiliare è profondamente cambiato dopo la crisi del 2008 e la relativa bolla immobiliare in un paese, come la Spagna, la cui economia è basata principalmente su turismo ed edilizia.

– Il numero degli appartamenti in affitto in questi ultimi anni è cresciuto notevolmente. Perché questo cambiamento? In primo luogo è dovuto alla politica fiscale, poi alle nuove politiche bancarie, rispetto all’erogazione di crediti per l’acquisto di un immobile. Negli ultimi anni sono state introdotte varie regole per il locatore, per esempio si può detrarre dall’affitto il 60% del canone di locazione. L’inquilino può detrarre il 10% dell’importo, sempre che il reddito annuo sia inferiore a circa € 17.000.00; ci sono poi una serie di agevolazioni in merito, nelle varie comunità autonome della Spagna.

– Il settore fiscale e bancario non sembrano essere l’unica causa principale di questo boom che ha fatto crescere notevolmente gli affitti. La crescita della domanda, secondo gli esperti, è dovuta al fatto che molti hanno optato durante la crisi per l’affitto, a causa della forte disoccupazione e delle difficoltà nell’accedere ad un mutuo per l’acquisto di una casa.

Le nuove società che si occupano della gestione degli affitti, assicurano un facile recupero in caso di mancato pagamento da parte dell’inquilino, sommando poi le agevolazioni e detrazioni fiscali, che favoriscono principalmente il padrone di casa. Tutto ciò ha causato un forte spostamento di fondi economici verso l’acquisto del mattone, come oggetto di alta rendita.

Altre ragioni che hanno spinto verso l’aumento smisurato dei contratti di affitto, sono dovute a cause sociali e culturali. Molti giovani preferiscono affittare perché è cambiato il loro stile di vita e sono alla ricerca di una maggiore mobilità; molti vogliono lavorare all’estero e l’occupazione è diventata meno stabile.

Questa generazione è spaventata perché molti hanno perso la loro casa o hanno visto perdere la casa per impossibilità nel restituire i prestiti bancari. Ciò significa che hanno imparato ad essere più saggi e attenti.

– Da tre anni a questa parte possiamo notare un incremento del valore degli immobili superiore al 25%, dovuto alla forte domanda e alla ripresa economica. Però a livello isole Canarie la cosa cambia notevolmente, perché essendo un territorio più circoscritto e con una quantità di offerta immobiliare più limitata, i prezzi sono aumentati al di sopra di questa media nazionale.

A Tenerife per esempio, la parte costiera è molto più sviluppata dal punto di vista edilizio, rispetto alle zone interne. Inutile dire che la domanda immobiliare è più concentrata in queste zone turistiche.

Per orientarvi quindi all’acquisto, bisogna tenere conto di alcuni fattori:

la zona costiera dell’isola è principalmente proiettata dal punto di vista urbanistico verso il turismo, per cui le edificazioni e le licenze edilizie soggette ad essa sono orientate a ricevere una maggior quantità di persone, per aumentare l’introito economico locale. Conseguentemente potrete notare una forte offerta di immobili tipo monolocale (studio) o appartamento con una camera da letto.

Noterete che gli appartamenti con due camere da letto e oltre, sono molto più difficili da visitare e acquistare. Questo è dovuto alle ragioni che prima vi abbiamo spiegato.

Come ci insegnano le leggi economiche della domanda e dell’offerta, se abbiamo sul mercato maggior quantità di appartamenti tipo monolocale o bilocali, e una minor quantità di appartamenti con 2 o 3 camere da letto, il prezzo di questi ultimi tenderà a crescere ulteriormente ed eccessivamente. Come tutti sappiamo, nella zona turistica, la quantità di immobili che predominano sono gli alberghi, mentre gli edifici di tipo residenziale sono molto limitati. Quest’ultimo fattore è come benzina sul fuoco, per quanto riguarda la crescita smisurata dei prezzi, perché limita ulteriormente l’offerta.

Infine, come ciliegina sulla torta, c’è da tenere a mente, che se si calcola la grande quantità di persone anziane che ci sono in Europa e che tendono ad identificare Tenerife e le isole Canarie come zona per l’acquisto di una seconda residenza, andremo a ridurre ulteriormente la quantità degli immobili disponibili per la vendita.

A questo punto è lecito chiedersi se il mercato dell’affitto continuerà ad essere così attraente ed interessante.

Vi aspettiamo per discuterne insieme.

Michelangelo Sepe e Filippo Cristofori

www.saneugeniorealestate.net

{loadposition adsense_articoli}

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

− 1 = 3