Tenerife occhi puntati sull’universo

0
osservatorio-astronomico-teide

Tenerife occhi puntati sull’universo. L’isola di Tenerife non è solo conosciuta nel mondo per le sue scogliere a picco sull’oceano, per le sue spiagge, il sole ed il Teide ma anche per avere a sua disposizione uno degli osservatori astronomici più importanti a livello mondiale, sto parlando ovviamente dell’Osservatorio Astronomico del Teide, conosciuto anche come Osservatorio di Izaña, di proprietà dell’Instituto de Astrofisica de Canarias e, insieme all’Osservatorio del Roque de Los Muchachos, forma il complesso osservativo dell’Osservatorio Europeo dell’Emisfero Nord. È situato sul massiccio di Izaña, a 2400 metri di quota proprio a lato del parco nazionale, da dove è possibile vedere la struttura già a distanze considerevoli.

Quest’anno nelle giornate del 21 e 22 giugno, l’osservatorio ha aperto gratuitamente le sue porte con l’intento di avvicinare sempre più persone alla scoperta dell’astronomia e di tutto quello che circonda questo tema infinito ed ovviamente, ViviTenerife non poteva mancare all’appuntamento, insieme a Ufotenerife.com (pagina web che si occupa di avvistamenti di oggetti volanti non identificati (UFO) nelle zona delle Canarie).

All’interno della zona si possono vedere delle strutture di diverse dimensioni e dalle forme più insolite. Il complesso è formato da diversi telescopi, quelli utilizzati per le osservazioni notturne come il telescopio comunicazione laser dell’ESA-Europa (OGS), il Bradford dell’università del Regno Unito o lo IAC-ESPAÑA, questi sono utilizzati di notte per le osservazioni di stelle, galassie, nebulose e molto altro.

Mentre di giorno si possono vedere attivi, i telescopi per la visione diurna che studiano principalmente il sole, tra i quali spicca la “Piramide” telescopio solare di proprietà dello IAC-ESPAÑA, il THEMIS del CNRS-FRANCIA ed il VTT (KIS-ALEMANIA). E’ possibile visitare ogni struttura, le quali hanno una capienza tra le 30 e le 40 persone, infatti ogni volta e grazie alle spiegazioni dei gentilissimi addetti ai lavori, si può capire meglio il loro funzionamento e che cosa sono capaci di osservare anche a lunghissime distanze.

Pensate, addirittura si potrebbe vedere una moneta di un euro in una piazza di Madrid, da Tenerife, un piccolo esempio per far capire la potenza e la nitidezza di questi apparecchi.

Grazie a questi favolosi telescopi sono state fatte delle scoperte scientifiche a livello mondiale e la lista sarebbe davvero lunga cari lettori, ma posso solo dirvi che qui fu scoperta la prima nana marrone della storia e che ogni hanno all’interno delle strutture lavorano, studiano e collaborano più di 40 paesi, Italia compresa, che affittano per diversi periodi i telescopi per fare ricerche ed investigazioni sull’universo ed il sole, la nostra stella.

Sicuramente una visita da non perdere nelle poche e rare occasioni che l’Osservatorio si mostra ai nostri occhi, cosa che hanno deciso di fare le migliaia di persone che in due giorni l’hanno visitato e portando nel cuore, come me, un’esperienza unica e insolita, fuori dalle tradizionali rotte turistiche e non solo, della nostra stupenda ed incredibile isola, che è Tenerife.

Diego Lorenzoni.

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

+ 63 = 65