Tenerife Sud e …… “l’evoluzione dei pedoni”

0
pedoni-tenerife-sud

pedoni-tenerife-sudCari ed affezionati lettori del nostro periodico Vivi Tenerife, questa volta vi vorrei far conoscere una nuova realtà, una realtà che sto notando già da un po’ di tempo nella zona sud di Tenerife, soprattutto nelle zone turistiche.

 

Come ormai avrete capito, attraverso i miei articoli, mi piace fare lunghe passeggiate, grazie al buon clima ed ai lunghissimi tratti di lungomare che la nostra stupenda isola ci offre.

{loadposition adsense-riquadro-articoli-piccolo}Questa volta però, voglio richiamare la vostra attenzione su un fenomeno che ogni giorno sembra essere sempre più preoccupante. Come fare una tranquilla e sicura passeggiata, sui marciapiedi del nostro meraviglioso sud.

Mi ricordo, quando il termine “marciapiede” voleva dire zona riservata ai pedoni. Mentre ora, si incontrano sui marciapiedi non solo decine e decine di persone che passeggiano tranquillamente, ma anche decine e decine di persone con le loro vetture elettriche, ciclomotori elettrici a due o tre ruote, biciclette, pattini a rotelle e chi più ne ha, più ne metta.

Questi, percorrendo a velocità alcune volte sostenute, circolano senza rispettare tutte quelle persone che hanno deciso di fare, i cosi detti “due passi”, sui nostri passei. I pedoni devono avere occhi anche dietro la nuca, per cercare di non essere investiti. Sono venuto a conoscenza di diversi casi di persone che hanno subito un incidente, scontrandosi con uno di questi nuovi mezzi di locomozione.

Gente addirittura che è andata a sbattere da sola contro paletti, muri o chiriguitos di escursioni.

Spesso la gente che conduce questi mezzi, alcune volte anche non correttamente, viene distratta da tutto ciò che li circonda e non presta la giusta attenzione.

Anche a me è capitato, sono stato investito da ragazzini-adulti in vena di fare una competizione tra amici, incuranti degli altri. Il mio articolo non vuole essere una critica verso tutti coloro che vendono o noleggiano questi tipi di nuovi mezzi di locomozione, i quali sono utilissimi, soprattutto per persone con alcuni problemi motori o per tutti coloro che vogliono conoscere Tenerife in maniera diversa.

Vorrei richiamare l’attenzione sul fatto che in molte zone di Tenerife, molto spesso mancano le piste ciclabili, corsie indicate per svolgere questo tipo di spostamenti con determinati mezzi, lasciando ai così detti “pedoni” un posto sicuro, dove passeggiare senza dover rischiare di essere investiti da un turista, che si sta facendo un giro a tutto gas, per il lungomare.

Quindi cari lettori del nostro periodico, la prossima volta che farete una passeggiata ricordatevi di dare uno sguardo a destra ed uno a sinistra, prima di cambiare marciapiede, attraversare la strada o camminare sul lungomare, perché potreste incontrarvi a faccia a faccia con un turista che ha preso “el paseo marítimo” come il circuito della Moto Gp.

Diego Lorenzoni.

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

− 1 = 1