Tenerife, uguale a Marte

0
robot-tenerife-marte

Tenerife, uguale a Marte. Las Minas de San José: più vicini al pianeta rosso!

Non ci dobbiamo stupire se, ancora una volta, il nostro famoso Parco Nazionale del Teide, ma in particolare la zona de Las Minas de San José sono state paragonate a Marte.

Come già era successo l’anno scorso con il robot Bridget controllato dall’Inghilterra, queste zone grazie alle loro somiglianze paesaggistiche (tipo di suolo – mancanza di vegetazione – assenza di pioggia) sono state paragonate a Marte e prese in considerazione dalla Agenzia Spaziale Europea per provare per la prima volta, un nuovo sistema informatico di ultima tecnologia sul Rover Idrix con i suoi 330 Kg di peso ed in grado di sollevare pesi di ben 100 Kilogrammi e in completa autonomia di fare una mappatura del suolo circostante, di 30×30 m. con la capacità oltre che di andare avanti ed indietro, anche quella di spostarsi lateralmente di circa 20° come un granchio.

Lo scopo principale di questo robot è stato quello di selezionare attraverso strumenti ottici, con altissime prestazioni, oggetti di importanza scientifica proprio sul famoso pianeta rosso, Marte appunto, insieme all’altro robot più piccolo dal nome Indie, davvero molto carino anche dal punto di vista estetico che ci richiama alla mente, le immagini che abbiamo tutti quanti visto alla televisione di Spirit ed Opportunity della Nasa.

Questo progetto ha preso campo grazie ad una collaborazione internazionale di 12 istituzioni ed imprese della UE,come ad esempio la Pryfisgol Aberystwyth University con sede in Galles, la University of Leicester di cui il dott. Derek Pullan fa parte, il quale ci ha spiegato alcuni passaggi del progetto insieme alla dott.ssa Laetitia La Deit del gruppo DLR con sede in Germania, ma tra tutte si mette in luce la spagnola GMV Innovating Solutions di cui il sig. Alberto Medina Andrès è il responsabile dell’aerea robotica.

L’organico che è stato presente nel parco, era composto da 23 persone che già da diverso tempo, stanno lavorando al progetto che prende il nome di FP7 SPACE ProVi Scout (2010-2012) di cui il sig. Gerhard Paar della Joanneum Research Digital con sede in Graz (Austria) è il responsabile, il loro obiettivo è quello di portare a termine, tutte le prove necessarie per ultimare queste nuove tecnologie.

Non solo Tenerife è stata presa in considerazione per portare avanti il progetto, ma anche l’isola di Fuerteventura, grazie alle sue dune di sabbia, con la zona di Jandìa o El Barranco de Chilegua, poiché il suolo marziano è molto secco e spesso si formano tormente di sabbia, sembrano zone ideali per simulare le condizioni del pianeta rosso.

Gli esperti sperano di utilizzare il software nella prossima missione dal nome Exomars che avrà luogo nel 2018, con due anni di ritardo rispetto alla data iniziale a causa degli elevati costi circa 600.000€, ma ovviamente i due robot con i quali sono state fatte le prove nel Las Minas de San José non sono quelli che andranno in missione, così ci ha detto il sig. Medina Andrès, in quanto alcune loro caratteristiche non sono idonee per tale viaggio, come per esempio i pneumatici di gomma, in quanto devono essere costituiti da metallo a causa della pressione atmosferica differente dal nostro pianeta azzurro.

Ovviamente i robot saranno sempre in contatto diretto con la Terra e in grado di inviare immagini, anche se con venti minuti di ritardo nelle comunicazioni, poiché la distanza tra i due pianeti è notevole.

Assistere alla presentazione di questa prova devo dire che è stata una bella sensazione che ci apre ancora di più la mente, verso mondi sconosciuti e tecnologie sempre più all’avanguardia, tutto questo naturalmente sempre per cercare tracce organiche nelle rocce marziane, in modo tale da rispondere alla fatidica domanda; ma siamo davvero soli nell’Universo, o lassù tra le stelle ci sono altre forme di vita che magari ci osservano e studiano?

Diego Lorenzoni.

Foto dei due robot, nella zona de Las Minas de San Josè: il piccolo Indie e il grande Idrix.

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

8 + 1 =