VIA ALLA COLLABORAZIONE FRA TENERIFE MALTA E SAN MARINO

0

Si è svolto presso l’Università de La Laguna, antica capitale di Tenerife, la maggiore delle Isole Canarie, (2 milioni di abitanti e 13 milioni di turisti), l’incontro di avvio del progetto di comunicazione “Chi ha detto isolati?”, che vedrà tre piccoli territori “periferici”, Isole Canarie, Malta e San Marino, costruire e condividere una piattaforma digitale per promuovere e facilitare l’interazione creativa di contenuti partendo da quelli delle scienze della comunicazione. In questa prima fase saranno protagonisti dell’attività gli studenti e gli stakeholder più dinamici dei tre territori, sotto la guida dei docenti di Comunicazione delle tre Università; successivamente verranno contagiati tutti gli ambiti della società, dalla scuola alle imprese, dalle associazioni agli uffici.

Il progetto, nato con l’ambizione di essere strumento per la maturazione delle idee nate dallo scambio delle informazioni, a richiesta della parte sammarinese, focalizzerà l’impegno sull’aspetto strategico della valorizzazione dei beni culturali dei tre paesi con l’obiettivo di far nascere start up anche in joint venture, che promuovendo la cultura, possano trasformarsi in impresa.

Strategico sarà il contributo degli studenti con indirizzi linguistici, sia universitari che di corsi di master (solidamente presenti sia a Tenerife che a Malta) che faciliteranno la condivisione dei contenuti traducendoli in inglese, spagnolo, italiano e maltese, le quattro lingue del progetto, così come quello degli studenti dei corsi di laurea in disegno industriale di San Marino che con le loro expertise in graphic motion e le altre tecniche di comunicazione digitale, potranno arricchire la piattaforma comune per renderla efficiente e attraente. Tra gli obiettivi che l’iniziativa si propone, lo sviluppo di idee progettuali da parte di team ad hoc dei tre Paesi da presentare per il co-finanziamento all’Unione Europea su canali come Interreg Med, Creative Europe e Horizon2020.

Il progetto, condiviso per il Governo Autonomo di Tenerife da Cristòbal de la Rosa, responsabile della cultura e del patrimonio storico, per la Repubblica di Malta da Josè Herrera, responsabile della competitività e lo sviluppo economico, per la Repubblica di San Marino da Giuseppe Maria Morganti, responsabile dell’istruzione e la cultura, ha ottenuto il patrocinio dell’Unesco confermato dalla presenza al vertice di Tenerife di José Osuna Expòsito, referente del Club Unesco per la protezione del patrimonio immateriale. Le delegazioni, ospiti del Presidente del governo di Tenerife, Carlos Alonso, ha potuto fare visita nel corso dei due giorni di permanenza, ai due siti patrimonio dell’Unesco (San Cristobal de La Laguna e il parco naturale del Teide), dell’Iter, l’istituto per le energie rinnovabili dove oltre alle centrali eoliche e fotovoltaiche che danno energia a tutta l’isola, è attivo uno dei supercomputer per il controllo e lo smistamento dei dati per l’America e l’Africa, e del centro di recupero e rigenerazione dei rifiuti solidi urbani che ha risolto uno dei problemi ecologici dell’isola. c.s.  La Segreteria di Stato sanmarinonotizie.com – foto Presidente Carlos Alons e il responsabile alla cultura Cristobal de la Rosa

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

52 − 49 =