¡Que viva Venezuela!

0

Il Venezuela è un paese che ci è più vicino di quanto si possa immaginare. Ci è vicino doppiamente: come italiani, confrontarci con la storia del Venezuela, vuol dire ritrovare il nostro passato e capire il nostro presente.

 

Molti sono i cognomi venezuelani di origine italiana, una realtà che spesso abbiamo dimenticato, ma che ora, in veste di “nuovi”, moderni migranti, dovremmo sforzarci di conoscere meglio.

Ma non è solo la nostra “italianità” a legarci al Venezuela. E’ d’obbligo sapere che anche dalla terra che oggi ci ospita, l’arcipelago canario, partirono molte navi, piene di “Canarios”, carichi di sogni e speranze, verso il Venezuela, una tra le tante terre promesse.

Forse non abbiamo gli strumenti per capire esattamente cosa stia succedendo in questo momento in quel paese, al di là delle manipolazioni mediatiche a cui ci siamo ormai assuefatti, in nome della necessità, spesso “sbrigativa”, di voler dividere il mondo in buoni e cattivi.

Sappiamo che i molti venezuelani che vivono qui, la maggior parte di loro di origini canarie, stanno soffrendo. Soffrono perchè il Venezuela attraversa una crisi economica senza precedenti.

Soffrono perchè la vita delle persone ha perso qualsiasi valore. Soffrono perchè la povertà, quella vera, non è più arginabile. Soffrono perchè non c’è più freno alla violenza.

Soffrono, semplicemente, per le loro famiglie e per le persone che amano. Soffrono perchè hanno il diritto di sognare un futuro migliore e hanno il diritto, oltre che il dovere, di manifestare la propria rabbia, dolore e indignazione per quello che sta succedendo.

Al popolo venezuelano va il nostro pensiero, il nostro rispetto, il nostro abbraccio.

Antonina Giacobbe e la redazione di ViviTenerife.

foto Gerard Zenou 634 173 766

SOS VENEZUELA

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

− 7 = 1