Fuerteventura e Lanzarote, le isole con il maggior insuccesso scolastico

0
313

L’ insuccesso scolastico non riguarda uniformemente tutte le isole o tutte le scuole. Fuerteventura e Lanzarote, con il 17,94% e il 16,54%, sono i territori canari in cui si rileva una maggiore incidenza di insuccesso scolastico nella Educación Secundaria Obligatoria, secondo i dati resi pubblici dalla Consejería de Educación y Universidades del Gobierno regional facendo riferimento all’anno 2014-15. Seguono, in ordine, Tenerife (14.64%), Gran Canaria (13.83%), La Palma (11,95%) El Hierro (7,06%) e La Gomera (6,62%).

Le informazioni sono state fornite dall’ Administración educativa a petición de la diputada Melodie Mendoza Rodríguez.

Il dipartimento diretto da Soledad Monzón spiega che è considerato fallimento scolastico “il non ottenere la certificazione degli studi iniziati perché lo studente non riesce a raggiungere il livello medio di rendimento scolastico.” Questo indicatore “non tiene conto degli aspetti da interpretare, come ad esempio quello che potrebbero essere le cause, le ripercussioni personali e sociali per quello studente o dell’indice di abbandono”.

Il fallimento della scuola secondaria post-obbligatoria, invece, aumenta notevolmente in quasi tutte le isole. In questo caso, Lanzarote (27.85%), Tenerife (26,89%) e La Gomera (24.81%) conducono la classifica. Qui di seguito si trovano El Hierro (22.73%), Gran Canaria (21,93%), La Palma (20,50%) e Fuerteventura (16,74%).

Secondo la prima valutazione diagnostica delle Isole Canarie per gli studenti di terza e la sesta elementare, la scuola pubblica non è in grado di far fronte alla disuguaglianza, perché l’ambiente sta avendo un impatto significativo sul rendimento scolastico e perpetua la disuguaglianza delle opportunità.

L’ Índice Socioeconómico y Cultural (ISEC) un indicatore che raccoglie informazioni sul livello di istruzione dei genitori e lo stato di occupazione o il numero di libri disponibili in casa-influenzano i risultati scolastici in misura maggiore rispetto ad altri aspetti, come ad esempio l’abitudine di lettura, il tipo di vita familiare, il sesso dello studente, il livello di assenteismo, la soddisfazione con il centro o il clima scolastico.

{loadposition adsense_articoli}

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

31 − = 25