Alle Canarie, come nel resto della penisola, mancano i camerieri

0

Alle Canarie, come nel resto della penisola, mancano i camerieri

I posti di lavoro che richiedono maggior qualifica ed esperienza rimangono senza candidati e si è raggiunto il picco massimo di posti di lavoro vacanti. La situazione è arrivata ad un punto contraddittorio, visto che nel 2021 abbiamo raggiunto il massimo storico di posti di lavoro vacanti nel settore dei servizi.

D’accordo con l’analisi che ha formulato la piattaforma Infojobs, “nel settore della ristorazione c’è un’ampia forbice tra domanda e offerta. Gli operatori del settore sono concordi sul fatto che i posti di lavoro che richiedono una maggior qualifica ed esperienza non vengano assegnati e che la formazione non corrisponda alle necessità delle imprese. Per molti posti di lavoro vengono assunte persone prive di formazione, rendendo l’impiego ancora più precario. Con la ripresa dell’economia e del turismo mancheranno lavoratori qualificati”.

Dall’altra parte, e secondo l’opinione di esperti presenti al congresso Host organizzato dal Basque Culinary Center, “le scuole sono piene di aspiranti chef, ma non di camerieri. La mancanza di riconoscimenti, le condizioni precarie e gli orari difficili sono alcuni dei motivi per cui non si riesce a soddisfare la domanda”, come confermano questi esperti.

Secondo la piattaforma Infojobs, è necessario migliorare le condizioni di lavoro per rendere la professione più attrattiva; contemporaneamente, bisognerà anche rispettare gli accordi e offrire salari migliori.

Notizie canarie

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui