Alle Canarie il noleggio auto torna al livello di 36 anni fa

1

Alle Canarie il noleggio auto elimina il 70% della flotta e torna al livello di 36 anni fa

Quello che stanno cercando di fare le quasi 300 società di autonoleggio che operano nell‘arcipelago delle Canarie è sopravvivere, sapendo che affronteranno nel 2021, un secondo anno di stop e perdite turistiche. Supportati da ERTE e crediti ICO, i “rent a car” hanno ceduto il 70% della loro flotta nell’ultimo anno al fine di capitalizzare e ridurre la loro leva finanziaria eccessiva.

Ciò ha permesso alla maggior parte delle aziende di prendere fiato per continuare se pur sopravvivendo, anche se alcuni più piccoli hanno già effettuato la chiusura definitiva e altre sono al limite.

Degli 82.000 veicoli che si stima esistessero sulle isole Canarie prima dello scoppio della pandemia, le società di noleggio ne mantengono il 30%, circa 22.000 unità. Questa cifra rappresenta un ritorno ai livelli di 36 anni fa, al 1985.

Il restante 70% è stato venduto, la maggior parte, più della metà, è stata commercializzata al di fuori dell’arcipelago delle Canarie e il resto, come veicoli usati all’interno delle Isole Canarie, a condizioni e prezzi molto interessanti.

Per il momento attivi ci sono circa 18.000 veicoli, richiesti per il noleggio aziendale e dalle officine come veicoli sostitutivi. Ora sono i suoi principali clienti dopo che il covid ha svuotato le Isole Canarie di turisti, quindi con questa attività, i “rent a car” non hanno quasi nessun reddito.

Visita il nostro Magazine

1 commento

  1. Certo che se rubano ai turisti prendendoli pure in giro: 1 ti danno auto diversa dicendo che il prezzo è lo stesso e poi non è così. 2 ti rubano il deposito dalla carta di credito. Così paghi online e sul posto. Che schifo di ladri.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui