“Los Beatles en Tenerife” le celebrazioni proseguiranno per tutto il 2013

0
beatels-tenerife-2013-tmb

beatels-tenerife-2013-tmb“Los Beatles en Tenerife” le celebrazioni proseguiranno per tutto il 2013. Si è tenuta sabato 27 aprile nella splendida cornice del parco dell’Hotel Tigaiga di Puerto della Cruz la Presentazione della mostra “50 aniversario Los Beatles en Tenerife” (Puerto de La Cruz 27/04-09/05/2013).

Erano presenti tra gli altri, il curatore della mostra Nicolas Gonzales Lemus, il presidente dell’Istituto Studi Ispanici di Canaria Nicolas Rodriguez Münzenmaier, lo scrittore Salvador Garcia Llanos e Klaus Voorman musicista e pittore tedesco che ospitò i Fab Four nella sua villa a Los Realejos.

Come ospite d’onore e presidente onorario del 50° Anniversario, Klaus Voorman è stato insignito di una targa a ricordo dell’evento.

Voorman musicista e pittore tedesco ospitò i Fab Four nella villa di famiglia a Los Realejos; nel corso della sua carriera ha collaborato come musicista con artisti di calibro quali Eric Clapton oltre che con gli stessi Beatles accompagnandoli sia in gruppo (suo ad esempio è il basso nella suggestiva harrisoniana while my guitar gently sleep) che nella loro carriera solistica (ha collaborato ad alcuni album di Harrison suonando il basso ad esempio in my sweet love e con la Plastic Ono Band, gruppo che Lennon formò con la moglie e musa Yoko Ono).

Inoltre è stato vincitore del Grammy 1966 per la migliore copertina dell’album Revolver.

L’idea della mostra nasce circa 3 anni fa per volontà di Nicolas Gonzales Lemus con l’intento di proseguire per tutto il 2013 nella celebrazione del soggiorno dei Fab Four nella nostra isola.

Klaus Voorman ha evocato in modo simpatico e per nulla nostalgico alcuni aneddoti sulla breve vacanza di Paul, Gorge e Ringo, come quando ad esempio George (che dai ricordi di Klaus appare il più vulcanico dei tre, quasi da non credere all’altra faccia del mistico Harrison) cercando di rimorchiare una bella ragazza del Puerto si vantava coloritamente di essere membro del gruppo il cui album d’esordio era nelle vette delle classifiche di mezza Europa, tra l’indifferenza della bella canaria, nella cui terra gli echi musicali europei erano molto lontani a causa del ritardo culturale in cui versava la Spagna franchista.

O quando ancora Harrison, patito delle auto sportive, metteva letteralmente in croce, quasi ogni giorno, il povero Klaus, che alla fine cedette, cercando di “fare un giretto” con l’auto del padre l’Aston Healey Sprite.

Oppure la memoria dei coloriti commenti come: mira que pelo, que pelo! (guarda che capelli!) che scaturivano dalla bocca degli increduli anziani del Puerto nel vedere il lungochiomato Klaus accompagnato dai suoi britannici amici con la chioma a caschetto.

Carla Galanti

foto:

1. da sinistra a destra: Nicolas Gonzalez Lemus, curatore della mostra, la collaboratrice di ViviTenerife Carla Galanti e Klaus Voorman nella splendida cornice del parco dell’Hotel Tigaiga

2. La consegna della targa a Klaus Voorman, nella foto con Nicolas Gonzales Lemus

beatels-tenerife-2013-1

beatels-tenerife-2013-2

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui