Il Cabildo di Tenerife al lavoro per rilanciare la destinazione, una volta superata la crisi del coronavirus

0

Il Cabildo al lavoro per rilanciare la destinazione, una volta superata la crisi del coronavirus

L’assessore alla Pianificazione del Territorio, Patrimonio Storico e Turismo ha lodato il lavoro e lo sforzo del personale dell’ente Turismo de Tenerife (TdT) per riuscire ad evacuare 46.000 turisti che erano sull’isola quando venne decretato lo Stato di emergenza.

Dopo quello che sarà stato il primo “punto zero turistico” della storia dell’isola, “la destinazione vuole prepararsi per un rilancio senza precedenti”. L’Assessore, Gregorio Martín Plata, ha confermato: “siamo concentrati nel nostro lavoro, in quello che attualmente è un piano di transitorietà e di preparazione delle campagne di promozione ed interventi necessari per il momento in cui la destinazione riaprirà”, tenendo conto che il cosiddetto “giorno 1”, dopo la crisi del coronavirus, sarà una data storica, e “dobbiamo prepararci per una situazione mai vissuta nella storia del settore dell’isola”.

Contemporaneamente ha confermato l’intenso impegno di tutto il personale della società, che ha raddoppiato gli sforzi durante le ultime settimane, assieme al Governo nazionale e a quello canario, per coordinare le numerose ambasciate, e riuscire ad evacuare i 46.000 turisti che si trovavano a Tenerife quando è stato dichiarato lo Stato di emergenza, lo scorso 15 marzo.

 

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui