Canarie. Aumenta la cattura di un pesce tossico appartenente alla famiglia dei pesci palla

0

Scienziati dell’Istituto Oceanografico mettono sull’avviso per l’aumento di segnalazioni di questa specie

Durante il mese di luglio e soprattutto in agosto i ricercatori del Centro Oceanográfico de Canarias dell’Instituto Español de Oceanografía (IEO) hanno ricevuto numerose segnalazioni di avvistamenti e catture di esemplari della specie Lagocephalus lagocephalus, un pesce palla molto tossico se consumato dall’uomo.

Non si tratta di una specie nuova per le Canarie, ma il suo numero sembra essere considerevolmente aumentato. “Le cause di questo aumento non sono facili da spiegare, benché sembri provocato da processi naturali di deriva o dispersione della popolazione”, spiega Pedro J. Pascual Alayón, ricercatore del Centro Oceanográfico de Canarias dello IEO.

Questa specie ha un carattere pelagico molto accentuato e si può trovarla in tutto l’oceano. È molto vorace e si sposta formando grandi banchi che si possono avvistare tanto in alto mare quanto in zone più vicine alla costa.

La presenza di pesci palla tossici non è nuova in Spagna. Nell’ottobre 2014 la Dirección General de Economía Pesquera del Ministerio de Agricultura, Alimentación y Medio Ambiente diffondeva un avviso a tutti i dipartimenti di pesca del Paese, avvertendo le cooperative della presenza nelle acque del Mediterraneo di una specie della stessa famiglia di pesci palla: “Si allerta per la cattura di un pesce velenoso, da parte di un peschereccio di Denia, che contiene tetrodotoxina, una tossina paralizzante del sistema nervoso (…). Si raccomanda che vengano prese le misure opportune data la tossicità di questa specie, affinché venga evitata la sua introduzione nella catena di distribuzione (…)”. In quel caso si trattava di un Lagocephalus sceleratus che, pur non essendo lo stesso genere, è altrettanto tossico.

In esperimenti di laboratorio realizzati con topi e ratti è stata dimostrata la tossicità di questa specie, che colpisce rapidamente la circolazione sanguigna riducendo il numero di globuli rossi: emoglobina ed ematocrito. In topi e ratti produce anemia a causa di un’azione emolitica importante a carico degli eritrociti.

È dimostrato anche che, se bollito, l’acqua diventa ancora più tossica dello stesso pesce crudo, quindi non deve essere consumato.

Alle Canarie si possono trovare quattro specie tossiche di pesce palla: Sphoeroides marmoratus, Canthigaster rostrata, Sphoeroides pachygaster e Lagocephalus lagocephalus.

La redazione

 

(fotoC7)

{loadposition adsense_articoli}

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

70 − 69 =