CONOSCIAMOLI MEGLIO: Marilena Pratesi e il suo progetto -En Ruedas Tenerife-

0

Mi chiamo Marilena Pratesi, sono originaria di Torino e da circa un anno e mezzo vivo tra l’Italia e Tenerife. Due anni e mezzo fa, dopo un intervento chirurgico, mi sono ritrova in carrozzina. La mia vita, improvvisamente, ha subito un cambio inaspettato e inimmaginabile. All’inizio è calato un buio accecante, tutte le mie energie, la mia voglia di vivere, il mio entusiasmo si sono spenti. Tutto in un solo istante si è ridotto ad un blackout … nero … paralisi, soprattutto dei pensieri. È iniziato un processo di incredulità, rabbia e speranza; emozioni sempre sapientemente alternate per poter sopravvivere alla nuova condizione. Ho dovuto comunque, mio malgrado, imparare a vivere nella mia nuova condizione. Ma non avevo l’approccio corretto …. Tutto si limitava alla sopravvivenza. Mesi di degenza in ospedale, percorsi di riabilitazione (fisica ma soprattutto psicologica) hanno caratterizzato i primi mesi. Lentamente, grazie all’appoggio e all’amore della mia famiglia e dei miei amici, ho deciso che dovevo provare per poter tornare a vivere. Ed ecco che durante questo percorso ho incontrato “l’interruttore” che ha riacceso definitivamente la luce nella mia vita: lo sport. Lo sport mi ha insegnato a conoscere meglio il mio corpo per capire e gestire il cambiamento fisico, mi ha fatto capire quanto ancora ci fosse da vivere e quante cose ancora ero in grado di fare. Ha riattivato il senso di sfida nei confronti di me stessa e dei miei limiti, mi ha permesso di uscire da quel sentimento di solitudine che ti fa sentire diversa e sbagliata. Mi ha dato la possibilità di conoscere persone che avevano vissuto prima di me tutto questo e che con il loro esempio mi hanno ridato speranza. Lo sport non è utile solo dal punto di vista fisico, ma spesso si trasforma in un veicolo di esperienze umane e in una condivisione di valori. Grazie alla pratica sportiva ho ritrovato l’entusiasmo e la grinta di ricominciare e rimettermi in gioco.

{loadposition adsense_articoli}

Da qui il motivo e lo scopo del mio progetto: En Ruedas Tenerife, un’organizzazione che ha l’obiettivo di avviare una scuola sportiva a Tenerife per offrire la possibilità a persone residenti o turiste di avvicinarsi alla pratica sportiva, a qualsiasi livello. Non esiste condizione fisica che possa relegare una persona in una condizione di “diversità”. Capito questo e acquisito il meccanismo, lo sport diventa un punto di ripartenza.

Il primo progetto di En Ruedas Tenerife è l’organizzazione del #T.I.De.T., ovvero il primo torneo di tennis in carrozzina che si svolgerà nei giorni 5, 6, 7 e 8 maggio a Los Cristianos, Arona, presso il complesso polisportivo Jesús Dominguez “El Grilllo”. Invitiamo tutti a partecipare a questo evento. L’entrata è gratuita e verrà offerta la possibilità di assistere al torneo di singolo maschile e alle partite esibizioni di doppio misto (coppie formate da un giocatore in carrozzina e un giocatore in piedi) e di provare il gioco del tennis in carrozzina con carrozzine messe a disposizione del pubblico.

Il torneo è stato organizzato per far conoscere la nascita e l’iniziativa di En Ruedas Tenerife: la scuola di sport in carrozzina. Inizialmente sono previsti corsi di tennis, ping pong, scherma e sport acquatici. L’idea è di permettere alle persone in carrozzina di occupare il proprio tempo libero con un’attività sportiva e con attività di terapia occupazionale.

All’inizio del mio percorso ho letto una citazione di Orazio: “Le avversità fanno emergere talenti che nella prosperità rimarrebbero sopiti”. Oggi è il mio credo. E sono profondamente convinta che questa grandissima verità possa dare lo spunto a tante altre persone che come me credono di aver perso tutto, ma in realtà potranno scoprire che è rimasto ancora molto da sfruttare a dispetto di un destino a volte un po’ crudele.

Tutti i soci di En Ruedas Tenerife sono desiderosi di porre il loro piccolo mattoncino nella cattedrale della solidarietà. Chi desidera conoscere meglio il nostro progetto può contattarci attraverso l’indirizzo e-mail info@enruedastenerife.es o al numero di telefono +34 604 314 894.

(nella foto: i soci fondatori di En Ruedas Tenerife)

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui