Cosa comporta per le Canarie il nuovo stato di emergenza dichiarato dal Governo di Spagna

0

Nuovo Cosa comporta per le Canarie il nuovo stato di emergenza dichiarato dal Governo di Spagna

Entra in vigore nella giornata di oggi, con una durata di 15 giorni. Il Governo di Spagna ha dichiarato questa domenica il terzo stato di emergenza della Democrazia spagnola, il secondo a causa della pandemia da Coronavirus.

Con una durata di 15 giorni (che potrà essere estesa di altri sei mesi, fino a maggio), il nuovo stato di emergenza comporta la dotazione di strumenti legali per le Comunidades Autónomas per poter applicare isolamenti all’interno dei propri territori. Inoltre, questo stato di emergenza consente al Governo di istituire il coprifuoco nazionale per limitare la mobilità dei cittadini. Questo coprifuoco sarà attivo dalle 23.00 alle 06.00 della mattina, anche se le singole comunità potranno rendere flessibili gli orari di attivazione, a seconda di cosa intendano decidere.

Ciò che maggiormente risalta è che le Canarie sono rimaste escluse dalle limitazioni.

Ciò vuol dire, che nelle isole non ci sarà coprifuoco, a causa dei buoni dati epidemiologici, i più bassi del paese. Per questo, per i cittadini delle isole non cambia nulla in merito all’entrata in vigore del nuovo stato di emergenza, per lo meno fino a che il Governo delle Canarie annunci nuove misure, sempre che decida di imporle.

Comunque si mantengono le misure di contenimento vigenti fino ad ora approvate dal Governo delle Canarie, e che sono leggermente più restrittive  per l’isola di Tenerife, a causa degli alti numeri di contagio,  che si trova al semaforo rosso del sistema sanitario. 

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

41 − 34 =