Energie rinnovabili: finanziamenti del Cabildo di Tenerife per la ricerca sulla geotermia.

0

Energie rinnovabili: finanziamenti del Cabildo di Tenerife per la ricerca sulla geotermia.

Il Cabildo di Tenerife, attraverso l’Instituto Volcanológico de Canarias (Involcan), sta finanziando progetti alle Canarie per la ricerca di risorse geotermiche ad alta entalpia nel sottosuolo –ovvero quelle in grado di generare energia elettrica- tramite l’utilizzo e l’applicazione di metodi geologici, geochimici e geofisici assolutamente innovatori.

In concreto, Involcan gestisce interventi esplorativi nelle isole di Tenerife, Gran Canaria e La Palma.

Nel caso particolare di Tenerife, i lavori di esplorazione geotermica si sviluppano tanto su scala insulare come su aree selezionate che raggiungono e/o superano i 100 kilometri quadrati, e che si conoscono con i nomi di Abeque (102 km²), Garehagua I (100 km²), Garehagua II (101 km²), Berolo (130 km²) e Guayafanta (103 km²). Queste aree rientrano principalmente sotto i comuni di Guía de Isora, Santiago del Teide, Garachico e Icod de los Vinos (Abeque); Arona, Adeje, Vilaflor, San Miguel de Abona e Granadilla de Abona (Garehagua I y II); Arico e Fasnia (Berolo); Güímar, Candelaria e Arafo (Guayafanta).

I primi interessamenti per l’esplorazione geotermica ad alta entalpia risalgono al periodo 2007-2014, e nello specifico nelle isole di Tenerife, Gran Canaria e La Palma, grazie ad un’iniziativa comune tra la società hispano-australiana Petratherm, l’ITER e l’Involcan. L’investimento in questo periodo riguardava circa 3,2 milioni di Euro, grazie alle risorse ottenute da ITER e Involcan (64,3 %). Contemporaneamente, Involcan e ITER hanno condotto ricerche in Ecuador, El Salvador, Etiopia, Islanda, Kenia, Marocco, Nuova Zelanda e Ruanda.

Marzo 2018

Foto ag

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui