Enoturismo Tenerife: Vitisost, un progetto ecosostenibile e Almatura, il suo vidueño di Tegueste

0

Enoturismo Tenerife: Vitisost, un progetto ecosostenibile e Almatura, il suo vidueño di Tegueste

Vitisost è un progetto di Cesar Perdomo Martin, vincitore del premio “Agrojoven” nel 2019. Il progetto ha come scopo lo sviluppo di impianti viticoli e agrari nel rispetto dell’ambiente e utilizzando nuove tecnologie biodinamiche, organiche e rigenerative affiancate a sistemi di coltivazione usati dai suoi “avi”. Il progetto è iniziato quindici anni fa nell’antico vigneto di suo padre. La vigna era allevata col sistema tradizionale di Tacoronte: un alberello sorretto da archetti in legno al fine di sollevare la parte verde dal terreno. Cesar decide di adottare il sistema a spalliera per agevolare le operazioni sulle viti e poter sfruttare al massimo le proprietà di ogni varietà.

Passeggiando nel vigneto, si possono osservare varie tipologie di piante, seminate per la produzione di colture associate quali aglio, cipolla, cereali e leguminose che apportano sostanza facilmente assimilabile per la vite; si sfrutta l’inerbimento naturale della vigna per trarne nutrienti in seguito alla sua macerazione.

L’imprenditore si occupa di favorire una buona fauna del terreno nutrendolo con prodotti organici provenienti dai terreni vicini, creando una solidaria rete di collaborazione, e mettendo gli organismi presenti in condizione di poter lavorare secondo natura. In questo modo si viene a creare un intorno quanto più autosostenibile e unico, esclusivo nella zona di Tegueste

Le varietà presenti sono quelle classificate come “Vidueño de Tegueste” ovvero: Negramoll, Listan blanco, Listan negro, e Tintilla. Il vidueño aveva lo scopo di utilizzare la Listan Negro per conseguire quantità, la Negramoll per la qualità e la Tintilla, che rappresenta un 5% del vigneto, era utilizzata per dare il colore al vino, infine con la Listan Blanco si cercava l’untuosità!

Ritroviamo così questo vidueño nel prodotto finale della vigna, il vino “Almatura” in tre diversi metodi di elaborazione Bianco secco, Orange e Rosso.

  • Bianco secco: Colore paglierino pallido, brillante. Aromi di limone, finocchio e miele. In bocca è salino, fresco ed equilibrato.
  • Orange: Color ambra pallido, pulito e brillante, Aromi minerali, fiori d’arancio, albicocca e miele. Rotondo e fresco.
  • Rosso: Colore rubino. Aromi mentolati, frutti rossi e cioccolato. In bocca leggero ed equilibrato.

La sostenibilità di Vitisost viene riversata nella composizione della bottiglia, il tappo è sigillato con cera d’api (proveniente da apiari vicini) e coperto con una foglia di banano. Le etichette sono ricavate dalla foglie presenti in vigna, il colore dell’Orange Almatura è dato dalla curcuma mentre l’etichetta rossa viene ricavata dagli antociani presenti nel vino rosso. L’etichetta viene infine posta sulla bottiglia con resina di alberi. Almatura traccia un percorso di ecosostenibilità per la produzione di vini di qualità.

Dott. Lucia Montalbano

lucired94@gmail.com – Instagram: @redwine_fever

Notizie canarie

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui