Fuerteventura studia i delfini risso del litorale

0

L’isola di Fuerteventura, come il resto dell’arcipelago, ha una grande ricchezza marina. Questo fa si che i mari canari siano uno dei luoghi del mondo con maggiori specie di cetacei.

Il Cabildo di Fuerteventura, iniziando gli studi nei confronti del Grampus griseus denominato anche delfino risso, ha compiuto un primo passo per sapere quanti esemplari esistono.

Fino a questo momento sono stati riconosciuti circa 100 esemplari. Il progetto è stato presentato dal biologo Alberto Sarabia Hierro, selezionato dalla institución insular. Questo studio conta della collaborazione della Reserva de la Biosfera de Fuerteventura e dell’ Instituto Canario de Estudios de la Naturaleza e Aplicaciones industriales (ICENAi ).

Il lavoro di Alberto Sarabia è iniziato lo scorso agosto a bordo della barca Matasanos. L’ obiettivo prefissato da questo studio è “l’osservazione degli animali attraverso l’osservazione diretta dall’imbarcazione”.

{loadposition adsense_articoli}

Si è osservato come la specie si riproduce con facilità e l’aumento del numero di nascite nei mesi di settembre e ottobre.

Un altro obiettivo è il rilevamento delle possibili minacce per questa specie.

“Con una biologia prevalentemente acustica, i rumori prodotti dalle attività umane possono influenzare negativamente questi animali, come ad esempio un aumento della pressione turistica sulle aree sensibili del nord, portando all’aumento del traffico marittimo, che tra le altre cose è una delle attività capaci di aumentare lo stress dei cetacei”.

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui