Gli oggetti della natura

0

Gli oggetti della natura Dopo aver seguito il dibattito mondiale dedicato al clima e al surriscaldamento globale della terra, mi sono sentita coinvolta dal problema ed ho voluto scrivere queste righe. Io vivo a Tenerife e non mi posso lamentare del clima e della temperatura che è gradevole quasi tutto l’anno, però non posso far finta di nulla ignorando i disastri ambientali e climatici che la nostra moderna, produttiva e consumistica società, sta provocando al pianeta. Penso allora che dovremmo sentirci tutti più responsabili di quanto sta accadendo e che dovremmo migliorare il nostro rapporto con la natura e l’ambiente che ci circonda. Da anni cerco di combattere lo spreco di risorse naturali occupandomi di riciclo artistico e di mostre educative. In alcuni oggetti abbandonati incontro sempre una “certa naturalità” che stimola la mia creatività e mi induce al recupero.

 

Per spiegarvelo meglio e farvi partecipi del problema, vi proporrò un gioco che potreste fare anche coi i vostri figli o nipoti, usando il giornale che state leggendo! “Chiudete gli occhi e mentre tastate la delicata superficie della pagina, immaginate di vedere un albero”. La pianta pensata potrà essere, alta e verde, piccola e fiorita, simile a quella del viale, ecc… ma sicuramente vi piacerà. Adesso aprendo gli occhi vi chiederete forse il perché di questo gioco. Giocare è bello e nel divertirsi si comprendono meglio le cose. Un giornale è un oggetto fortemente imparentato con la natura perché e fatto di carta, una materia composta da “cellulosa” e questa sostanza proviene da un albero; certamente non dalla pianta che avete immaginato, ma da un albero che viveva e che è stato abbattuto. Il gioco ci farà riflettere sull’importanza degli oggetti costruiti con la natura, e sull’enorme consumo di alberi e acqua usati per produrre della carta. Ognuno di noi ha in casa, buste, riviste, quaderni, libri, opuscoli, agende, fogli, sacchetti e oggetti cartacei che poi usa e gesta. Se però conservassimo o riciclassimo qualcosa, eviteremmo in parte il sacrificio di tante piante necessarie ad ossigenare l’atmosfera. Il riciclo poi è educativo e si può fare con poco anche con la pagina del giornale, che potrete usare per insegnare ai bambini qualche gioco divertente che da piccoli facevate con la carta. Prof.ssa Enrica Menozzi

 

36_enrica_Gli_oggetti_della_natura_foto.jpg

 

Foto: Arte del riciclo ” La carta dell’albero” Un vecchio gioco “La barchetta”

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

+ 26 = 35