Gran Canaria. Coronavirus: tre delle quattro donne italiane sorridono e pensano solo di tornare a casa

0

Gran Canaria. Coronavirus: tre delle quattro donne italiane sorridono e pensano solo di tornare a casa

Passeranno alla storia perché sono state le protagoniste, il 5 marzo, tre dei primi quattro casi positivi di coronavirus che sono stati rilevati a Gran Canaria da questa crudele pandemia, sono state loro, Bruna, Donatella e Maura.

Da quel 5 marzo stanno vivendo ad Arinaga (Agüimes) dopo aver superato i test ed essere state dimesse dall’ospedale. Il protocollo infatti prevede che, nonostante risultino ufficialmente guarite, devono trascorrere altre due settimane di quarantena.

“Vogliamo ringraziare tutti per il sostegno ricevuto fin dal primo momento”, afferma Bruna, parlando a Teleagüimes, il primo mezzo di comunicazione che è riuscito a parlare con loro. “Per primo, Jorge che è stato molto gentile con noi, facendoci rimanere a casa sua e occupandosi della spesa per noi”.

Jorge Trujillo ci informa, “la previsione è che saranno controllate di nuovo il 30 marzo se il test continuerà ad essere negativo, potranno tornare in Italia”.

La situazione alle Canarie, sino ad ieri 27 marzo, ha rilevato un bilancio sulle isole Canarie di 36 morti e 1.025 in totale confermati infetti.

Nell’immagine, Bruna, Donatella e Maura, sulla facciata della casa vacanza dove ora sono confinate. La foto corrisponde a una cattura del video che Teleagüimes Foto di Canarias7

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui