Il carnevale di Las Palmas de Gran Canaria rimandato di due settimane, annullate le sfilate

0

Il carnevale di Las Palmas de Gran Canaria rimandato di due settimane, annullate le sfilate. Il carnevale di Las Palmas de Gran Canaria rinuncia alla strada a causa dell’ondata di covid-19

La circolazione del coronavirus nella capitale, Las Palmas de Gran Canaria, dall’inizio di quest’anno, non solo ha costretto il Consiglio comunale a rimandare di due settimane la celebrazione del carnevale, ma ha anche imposto di annullare gli aventi di strada. Gli eventi carnevaleschi dedicati alla Terra, che si svolgeranno tra il 25 febbraio e il 20 marzo, saranno limitati ai gala che si terranno nel parco di Santa Catalina. Verranno gestiti i controlli per evitare assembramenti di persone e verrà richiesta la presentazione del certificato covid o di alcuni test diagnostico con segno negativo.

La strada scompare dal programma della festa. “La cabalgata (sfilata) adesso come adesso, non è fattibile”, ha affermato l’assessore ai Servizi Pubblici, Inmaculada Medina, “non sarà un carnevale che si svolgerà nelle strade, si tratterà di una grande festa di carnevale per godersi eventi culturali, galà e concorsi”.

Il sindaco di Las Palmas de Gran Canaria, Augusto Hidalgo, ha confermato che i quindici giorni di ritardo per la partenza del carnevale sono una conseguenza dello “scenario sanitario, vista la propagazione dei contagi in questa sesta ondata”. E ha giustificato il mantenimento della festa con le garanzie di sicurezza che hanno avuto altri eventi culturali avvenuti in città, come il Womad, il Tenorio de Vegueta o il programma degli eventi natalizi, che non hanno causato focolai contagiosi della malattia. “L’attività economica e sociale continua”, ha detto, “e il carnevale di Las Palmas de Gran Canaria porterà alla città un ritorno di 40 milioni di euro”.

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui