Il Palmetum riceve da un italiano uno tra i semi più grandi del mondo

0

Si tratta di un esemplare, donato da un turista italiano, di cocco di mare, classificata come specie a rischio.

Il Palmetum di Santa Cruz de Tenerife ha arricchito recentemente la sua collezione museale di un seme di lodoicea malvidica, conosciuta anche come cocco di mare, o coco de mer.

Questo esemplare, donato dall’italiano Salvatore Cogoni dopo una visita alla nostra città, è considerato tra i semi più grandi del mondo, classificata come specie a rischio.

Il seme è stato acquistato da questo signore appassionato di botanica nel 2008, per cui non più fertile, ed è stato destinato al museo del Palmetum, che dispone già di altri esemplari di grande interesse etnografico e botanico. La lodoicea maldivica è una delle palme più straordinarie, endemica delle isole Praslin y Curieuse nelle Seychelles. Il frutto viene chiamato “noce d’amore”, “coco fesse” o “cocco delle Seychelles”. I frutti maturi misurano 40 centimetri di diametro e possono arrivare a pesare tra i 15 e i 30 chilogrammi, perché contengono il seme più grande che esista nella botanica mondiale.

Questo seme, a forma di noce, viene collezionato da migliaia di anni. La palma che ne nasce può raggiungere oltre 30 metri di altezza. Gli esemplari di lodoicea maldivica impiegano 40 anni nel maturare, momento in cui cominciano poi a dare frutti. Ognuno dei frutti può impiegare fino a 7 anni per maturare. Trascorso questo tempo, e una volta caduti al suolo, impiegano 6 mesi prima di disintegrarsi e circa 2 anni per completare il processo di germinazione.

{loadposition adsense_articoli}

 

Il cocco di mare si conosce da migliaia di anni, perché arrivava galleggiando fino alle coste dell’India, non più capace di germogliare. Per via delle dimensioni e della forma particolare, diventava spesso oggetto di valore e, all’inizio, si pensava che provenisse da alberi giganteschi che vivevano nel fondo del mare. L’interno è commestibile ed ha un certo sapore a cocco.

In Cina è considerato un afrodisiaco. Le principali popolazioni di lodoicea maldivica si trovano all’interno dei parchi nazionali di Praslin e Curieuse ed il commercio dei suoi frutti è regolamentato dal 1995.

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

+ 58 = 62